Il Presidente Sereni incontra i Presidente di Camera di Commercio di Vicenza e Vicenza Fiera in occasione di Oro Fail 2014

| di Lucrezia Lombardo
| Categoria: Attualità
STAMPA

 

Nell'ambito della edizione 2014 della Fiera Vicenza Oro Fail è in programma lunedì 8 settembre un incontro tra il Presidente della Camera di Commercio di Arezzo Andrea Sereni e i Presidenti della Camera di Commercio di Vicenza e della Fiera di Vicenza Paolo Mariani e Matteo Marzotto.


“La mia presenza alla Fiera di Vicenza, assieme a quella dei Presidenti di Cna e Confartigianato Valter Bondi e Ferrer Vannetti, - sottolinea il Presidente Andrea Sereni - vuole essere innanzitutto un segnale di vicinanza ai molti operatori aretini impegnati a promuovere le loro nuove realizzazioni di alta qualità. Si tratta di produzioni frutto di un patrimonio fatto di abilità tecnica, tradizione, stile e design. Vicinanza e ringraziamento anche per come le nostre imprese hanno saputo rispondere alla difficile congiuntura economica con determinazione e capacità, investendo su innovazione, sul brand e sull'internazionalizzazione dei loro prodotti.”

“ E' in agenda -prosegue Sereni- anche un incontro con il Presidente dell'Ente camerale vicentino Paolo Mariani e con il Presidente di Fiera di Vicenza Andrea Marzotto. I rapporti tra i sistemi economico- fieristici dei due più importanti poli orafi-argentieri italiani sono sempre stati intensi come dimostra anche il protocollo d'intesa sottoscritto nel 2009. In questa fase ritengo strategico, per le stesse prospettive di sviluppo del polo fieristico aretino, rafforzare il rapporto di collaborazione con Vicenza anche attraverso la definizione di linee comuni di azione nei confronti dei mercati esteri. Occorre verificare, fatta salva la naturale autonomia e le presistenti partnership, la possibilità di una partecipazione congiunta a fiere e workshop nei più importanti mercati mondiali. Ma sopratutto, ed è un tema molto sentito per le nostre imprese orafe, è ormai improcrastinabile un intervento per razionalizzare il calendario degli eventi del settore che, nel corso degli anni sono prosperati, in Italia ed all’estero, senza tralasciare neppure una più complessiva riflessione sul format delle stesse manifestazioni”.
“Il settore dell’oreficeria italiana,- continua il Presidente della Camera di Commercio di Arezzo- dopo alcuni anni di forte decrescita, presenta, grazie essenzialmente all'export, dati più confortanti ed in questa fase deve avere maggiore consapevolezza che alcune problematiche possono trovare soluzioni solo attraverso azioni realizzate congiuntamente dalle varie realtà produttive territoriali. Il sistema orafo aretino è pienamente consapevole che l'autosufficienza di un distretto non può bastare per competere nel mercato globale, e questo nonostante il primato che gli assegnano i numeri del settore : 1.188 aziende contro le 601 di Vicenza, 507 milioni di euro il valore delle esportazioni nel primo trimestre 2014 ( pari al 35,2% del totale) contro i 325 milioni del Distretto di Vicenza, esportazioni aretine che fanno registrare, nei primi tre mesi dell'anno rispetto al primo trimestre 2013, un + 20,3% rispetto alla contrazione del 4,7% vicentina. Dall'incontro del prossimo lunedì attendiamo di verificare analoga consapevolezza da parte dei vertici economici vicentini, con i quali , oltre i rapporti tra i due poli fieristici, vorremo analizzare altre questioni, ad iniziare dalle attività dei laboratori camerali di analisi dei prodotto orafi-argentieri presenti nelle due province e dalle nuove opportunità che la Convenzione di Vienna affida loro”

Lucrezia Lombardo

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK