L'Usd Alberoro in favore del C.A.M. di Cortona

Il presidente Galantini: "Un'amicizia che ci gratifica e che vede la nostra società impegnata a regalare un sorriso alle persone più svantaggiate"

| Categoria: Attualità
STAMPA

“Carissimi amici di Alberoro, noi vogliamo che vincete…” con queste parole si apre la lettera che alcuni ragazzi del C.A.M. di Cortona hanno inviato all’USD di Alberoro, frutto di un’amicizia nata di recente tra il sodalizio calcistico presieduto da Marcello Galantini e l’istituto cortonese. Sport e solidarietà insieme per questa importante iniziativa che vedrà nei prossimi giorni ospitare a cena ad Alberoro alcuni ragazzi dell’istituto cortonese, dove oltre al presidente Marcello Galantini saranno gli ultras locali, Stefano Galantini, Carlo Tonioni e Giovanni Zoi (Lillo) a preparare le pietanze per i tradizionali auguri di ‘Buone Feste’. “”Un’amicizia nata di recente – dice Marcello Galantini – che ci gratifica, che va oltre l’aspetto sportivo e che vede la nostra società impegnata a dare un sorriso alle persone più svantaggiate. Lo sport, oltre ad essere amicizia deve anche essere solidarietà e questo rapporto con l’istituto Cam di Cortona aumenta in tutti noi della società di Alberoro l’impegno che dobbiamo profondere verso coloro che sono stati meno fortunati”. L'Istituto C.A.M. nasce per volontà del suo ideatore e fondatore Cav. Emilio Caprai ed inizia la propria attività con decreto del 26 Giugno 1965 emanato dal Ministero della Sanità e Ufficio del Medico Provinciale di Arezzo come Istituto Medico Psicopedagogico per adolescenti. Il nome C.A.M. è l'acronimo di Convitto Artigiano Minori a cui segue "Opera S. Margherita", patrona di quella vasta porzione di Valdichiana compresa tra Umbria e Toscana.

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK