Vendemmia, le curve di maturazione

Il bollettino settimanale evidenzia un rallentamento nell'accumulo degli zuccheri, mentre prosegue regolarmente la diminuzione dei contenuti acidici

| Categoria: Attualità
STAMPA

Dai dati del progetto di zonazione viticola della Provincia di Arezzo condotto in collaborazione con il CRA (Consiglio per la ricerca e sperimentazione in agricoltura) - Unità di Ricerca per la Viticoltura di Arezzo, e con il supporto della Camera di Commercio di Arezzo, che consente di rilevare, settimanalmente, i valori indicativi della maturazione delle uve fornendo così un servizio importante agli operatori del settore vitivinicolo, emerge questa settimana un rallentamento complessivo nell'accumulo degli zuccheri, mentre prosegue regolarmente la diminuzione dei contenuti acidici, conseguenza delle recenti piogge.

Terminata la raccolta delle uve precoci, nel territorio aretino, si sta svolgendo quella delle varietà a maturazione intermedia come il Merlot. Le prime analisi sulle uve nere – si legge nel bollettino - rilevano buoni livelli potenziali delle sostanze coloranti. Tra le diverse aree di monitoraggio, nel cortonese si evidenzia un avanzato livello di maturazione, oltre che per il Merlot, ormai in vendemmia, anche per Cabernet sauvignon e Sangiovese. Relativamente a quest'ultimo vitigno, che rappresenta la gran parte dei vigneti provinciali, si registrano avanzati livelli di maturazione nella zona Setteponti.

L'abbassamento delle temperature, unito all'apporto delle piogge nei giorni scorsi, sta favorendo un miglioramento complessivo della qualità dell'uva, che mantiene sempre un ottimo stato sanitario senza presenza di malattie fungine.

Le tabelle con i dettagli delle analisi sono consultabili al seguente indirizzo:

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK