I marciapiedi da "quarto mondo" di via Pisacane, nostro reportage

Urge manutenzione in un'area sportivamente importante

| di La redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

A volte si fanno clamorosi autogol facendo vincere all'avversario le partite. E' il caso del comportamento di chi è preposto alla manutenzione di via Carlo Pisacane. La strada è ampia, verde e con case ben tenute e non particolarmente vecchie. E' inserita nel contesto di Pescaiola quartiere che, abbandonati certi vecchi pregiudizi, è fuori dalla mappa dello spaccio di droga e dove sono sorti ristoranti, centri benessere, palestre e negozi molto ben frequentanti. Ci sarebbero insomma tutte le carte in regola per fare della strada, che conduce fino verso la Meridiana, una zona residenziale verde e tranquilla. Ma, dicevamo, c'è sempre chi si fa autogol. Ebbene. Qui chi da manutenzione si è completamente dimenticato dei marciapiedi dal momento che sono ridotti in condizioni non da Terzo ma da Quarto mondo, ricoperti completamente di erbacce che rendono impossibile passare. Peraltro si trovano lungo il campo sportivo della Tuscar, da sempre luogo si fa fa educazione alla disciplina sportiva per i giovani, un ottimo centro sportivo esistente da anni. In fondo alla strada, un bel palazzo, con balconi fioriti, è letteralmente circondato dai suddetti marciapiedi e con in fronte quello che resta del mercato ortofrutticolo, in parte degradato e con erba alta dappertutto. Morale. Se una zona la si tiene bene, non importa se è bella o brutta, fa decisamente un' altra figura. E siccome l'occhio vuole la sua parte e l'ordine e la pulizia scoraggiano i malintenzionati, ci domandiamo perchè non venga tagliata l'erba e non vengano curati i marciapiedi. Una sistemazione renderebbe l'area più bella, sicura anche per chi la frequenta e sicuramente farebbe onore al comune di Arezzo che troppo spesso si dimentica delle periferie che invece stanno dimostrando, dal punto di vista sociale, più coesione, forza e creatività di certe altre aree cittadine. In poche parole, urge intervento immediato. Non è da un paese civile offrire allo sguardo marciapiedi ridotti così.

La redazione

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK