Casentino, l'assessore regionale Salvadori all'Unione dei Comuni

Al centro dell'incontro le tematiche legate allo sviluppo montano

| Categoria: Casentino
STAMPA

Inizia dal Casentino il tour dell’Assessore regionale all’ agricoltura Gianni Salvadori con il Presidente di Uncem Toscana, Oreste Giurlani, per incontrare gli amministratori dell’Unione dei Comuni Montani e le associazioni di categoria legate al mondo agricolo sulle tematiche inerenti lo sviluppo montano.
La Toscana ha il 56% del territorio montano, vi abitano  1 milione e 200mila persone, con 18 Unioni dei Comuni Montani e 168 comuni.
Oreste Giurlani - Presidente di Uncem Toscana – sottolinea come “ tanti i temi affrontati durante l’incontro di questa mattina dalla forestazione alla green economy, all’importante ruolo che stanno svolgendo le Unioni dei Comuni, allo sviluppo delle politiche della montagna nel 2014. Lo Stato si sta dimenticando della montagna, la Regione Toscana, con le sue risorse limitate e competenze, sta cercando di mantenere gli stessi livelli dei servizi per garantire sviluppo e ripopolamento. Il tema della montagna viene affrontato a 360 gradi con l’Assessore Salvadori che si occupa di politiche della montagna, di agricoltura, di foreste e di sviluppo rurale ”.
L’assessore Gianni Salvadori ha mostrato apprezzamento per il lavoro svolto dall’Unione e ribadisce che “la Regione Toscana ha grande attenzione nei confronti dei territori ed è nostra intenzione confrontarci con i territori stessi  per trovare le risposte ai problemi che vengono posti. Per il futuro sono previste risorse nel settore foreste per 650mila euro, mentre per il fondo della montagna sono disponibili 188 mila euro. Per mantenere il territorio integro dobbiamo andare sempre più verso un’integrazione tra i vari settori. La giunta regionale dovrà prevedere modalità di finanziamento che mettano insieme vari fondi. Questo è oggi un passaggio decisivo che può mettere in movimento risorse importanti sul territorio.  Voglio ribadire che tutti i territori sono vicini a Firenze, le questioni hanno tutte la stessa urgenza”.
Il presidente dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino, Umberto Betti, non ha mancato di ringraziare l’assessore per la sua presenza e per l’attenzione che dimostra verso le problematiche che provengono dai territori ed ha sottolineato come “la nostra preoccupazione è purtroppo legata al destino della montagna e al progressivo spopolamento, per far vivere la montagna bisogna che sia abitata e che le attività vengano svolte”.
Per l’assessore alle Foreste dell’Unione, Paolo Renzetti “ fino ad ora abbiamo cercato di gestire le emergenze, da adesso è necessario un programma che preveda sempre meno emergenze,  ma più gestione del territorio che metta intorno al tavolo tutti i soggetti e le fonti di finanziamento”.

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK