Muore dopo il parto, il compagno è un professore di Arezzo

E' accaduto a Perugia

| Categoria: Cronaca
STAMPA

Ha sporto denuncia Paolo Bruni, marito aretino di Antonella Morganti, la donna di 42 anni morta mercoledì pomeriggio all’ospedale di Perugia dopo aver dato alla luce il suo primogenito Samuele, per una dissecazione dell’aorta. Dopo aver superato il dolore, Bruni, insegnante, ha trovato la forza di denunciare quanto accaduto ai carabinieri sperando di ottenere chiarezza, parallelamente alle indagini che la Usl di Perugia ha aperto. Già da venerdi, forse, si potranno avere indicazioni dall'autopsia che sarà effettuata probabilmente proprio nella giornata del 10 gennaio. Ad ordinarla il sostituto procuratore di turno Michele Adragna che si occupa del caso. Intanto sono in corso le acquisizioni delle cartelle cliniche della 42enne,. che era stata trasferita all’ospedale di Perugia il cinque gennaio scorso dopo che le si erano rotte le acque con qualche settimana di anticipo rispetto alla fine della gravidanza. Poi a Perugia ha partorito mercoledì mattina intorno alle 12.35 con un parto naturale. Un’ora dopo è svenuta ed è andata in arresto cardiaco. Trasportata in sala operatoria e operata d’urgenza non ce l'ha fatta. Stupore anche tra i medici, dalle prime indagini non risulterebbero omissioni non è escluso che si tratti di un caso rarissimo come se ne verificano, hanno detto i medici, pochissimi nel mondo.

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK