Ad Arezzo il supermercato meno caro d'Italia, parola di Altroconsumo

Inchiesta realizzata dall'associazione dei consumatori. Scegliendo bene si risparmia fino a 1500 euro all'anno, 3.500 rinunciando alle marche

| Categoria: Economia
STAMPA

In tempi di crisi le famiglie sono piu' attente ai consumi e possono addirittura dimezzare il costo della spesa in un anno. Basta approfittare di sconti, primi prezzi o scegliere gli hard discount per trovare merce non di marca. A realizzare la mappa delle citta' e dei supermercati piu' convenienti del Paese e' Altroconsumo che ha realizzato un'inchiesta per catturare le dinamiche concorrenziali nella grande distribuzione in  61 citta' italiane, da Bolzano a Palermo. Secondo l'associazione dei consumatori la spesa spesa media di una famiglia italiana tra alimentare, prodotti per l'igiene personale e per la casa, si prende il 20% del bilancio totale annuale familiare (dati Istat). Scegliere bene dove fare la spesa puo' far risparmiare fino a 1.500 euro all'anno, che diventano addirittura 3.500 se si rinuncia ai prodotti di marca. Sono quasi 900.000 i prezzi monitorati dall'inchiesta che ha coinvolto 950 punti vendita (162 ipermercati, 603 supermercati, 185 hard discount). Il punto vendita in assoluto meno caro e' stato individuato ad Arezzo. La spesa media piu' bassa di tutte le 61 citta' e' a Pisa (5.969 euro), seguita da Firenze e Verona.

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK