Giostra, tra bilancio e progetti futuri. Porta del Foro avrà una sede, il Te deum di giugno forse alla Pieve

Il meccanismo del Buratto potrebbe entrare a far parte di uno studio della Facoltà di ingegneria dell'univesità di Firenze

| di Edoardo Malvestiti
| Categoria: Giostra del Saracino
STAMPA

Presentato questa mattina presso il palazzo comunale di Arezzo il bilancio di fine anno della istituzione Giostra del Saracino . Un'annata decisamente positiva, sia dal punto di vista organizzativo, sia da quello economico. Il presidente dell'istituzione Angiolo Agnolucci dichiara : “ una annata che ha visto grandissime novità, ringrazio tutti gli impiegati comunali che hanno dato il massimo per la riuscita della manifestazione, ho potuto vedere e costatare nel corso del 2013 un grande spirito di gruppo e di collaborazione , per garantire di migliorare al massimo la manifestazione più importante per la città di Arezzo. Un ringraziamento speciale lo devo fare a Banca  Etruria per la sponsorizzazione effettuata, che ci ha permesso di installare la nuova tribuna A e di aumentare la capienza degli spettatori presenti alla manifestazione. Nel corso dell'anno passato l' attività del cda della giostra, è stata davvero intensa. Inoltre abbiamo dato ampio spazio al confronto con tutte le associazioni protagoniste per per la buona riuscita della rievocazione.

Tantissime saranno inoltre le novità per il 2014. Negli scorsi mesi è stato modificato il regolamento della giuria ed inoltre è stato nominato il nuovo regista Andrea Biagiotti, con il quale abbiamo in mente di modificare alcune cose che ci sembrano da migliorare, come per esempio il caso della consegna della lancia d'oro che appare davvero confusionaria e pericolosa come avviene attualmente, il 18 di gennaio nel corso di una riunione della istituzione cercheremo di dare un nuovo look a questo momento solenne di estrema gioia e commozione per il popolo vincitore. Altra novità da esaminare nei prossimi giorni, sarà quella del te deum di ringraziamento del quartiere vincitore, con Don Alvaro Bardelli abbiamo deciso di esaminare l'idea che il popolo trionfatore nella giostra di Giugno si recherà alla Pieve anziché andare in Duomo, per la giostra di settembre, invece il te deum resterà nella Cappella della Madonna del Conforto. Delle idee estremamente ottimali da valutare con i rettori e con le forze dell'ordine per garantire la sicurezza. Sarà inoltre ripreso il premio per il miglior corteggio storico, con un premio di mille euro al miglior quartiere che sfilerà nel corso delle due manifestazioni, cinquecento euro della somma saranno poi devolute in beneficenza . Altro dato positivo per l'istituzione giostra è stato quello del risparmio di venti mila euro, per l'affitto dei cavalli da parata dei quattro quartieri, che provvedono da soli a mantenere queste spese, non incidendo sul bilancio delle spese istituzionali. Sarà inoltre aperto un bando a tutti per la sponsorizzazione della manifestazione , per chi volesse partecipare, nei prossimi mesi lo metteremo pubblico.”

L'assessore Francesco Romizi :- “tantissime le iniziative che abbiamo intrapreso nel corso dell'anno a livello culturale e sociale con i quartieri e i comitati giovanili. Numerosi i progetti scolastici che hanno coinvolto prevalentemente le provincie e le frazioni, per far vivere la Giostra anche fuori delle mura cittadine, fra le tante attività promosse anche quelle con le scuole di Roma. Nei prossimi mesi sarà inoltre presentato il nuovo sito internet della manifestazione , e una stesura di un regolamento per le sponsorizzazioni  e di regole per la tutela dei marchi e degli stemmi dei quartieri cittadini a volte usati in maniera impropria e inopportuna come si può vedere in alcuni banchini che vendono foulard e gadget non autorizzati.  Per quanto riguarda uno dei problemi più dibattuto nel corso del 2013 la questione del Buratto. L'automa è un congegno segreto unico e attivo di un tipo meccanico che funziona dagli anni '60 . Oggi, grazie alle cure di Marcantoni , prematuramente scomparso, che voglio ringraziare di cuore, per il bene che ha dimostrato nel corso degli anni, e adesso di Scartoni, abbiamo un Buratto nuovo e ogni volta funzionante che non dovrebbe creare nessun problema. Un' automa con pezzi di ricambio idonei e compatibili con i criteri di sicurezza attuali, grazie alle revisioni che sono state certificate . Ciò nonostante stiamo valutando la possibilità di promuovere un progetto con la facoltà di ingegneria della facoltà di Firenze, per studiare un meccanismo di carica ed azionamento del Buratto che non stravolga quello attuale a tutela della tradizione” .

Nei prossimi mesi inoltre finalmente anche il quartiere di Porta del Foro avrà una nuova sede storica, per permettere come gli altri di svolgere tutto l'anno le sue attività sociali, grande soddisfazione da parte del rettore giallo cremisi Sandro Sganappa che ringrazia tutta la amministrazione comunale e l'istituzione Giostra per questo risultato tanto combattuto e finalmente arrivato. Ogni anno il Comune di Arezzo investe per la manifestazione più importante sia a livello culturale che patrimoniale per la sua amata giostra dai novanta mila ai cento mila euro annui che servono per l'allestimento della piazza  e i finanziamenti che vengono spartiti tra quartieri, gruppo Musici e Sbandieratori. Il tutto per dimostrare quanto la giostra del Saracino stia crescendo sempre di più nel corso degli anni.

Edoardo Malvestiti

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK