Torna Tuscany Wine con una raffica di eventi

Tre giorni di cooking show per scoprire il nuovo stile della cucina toscana.Dal 21 ottobre ad Arezzo Fiere e Congress

| Categoria: Gusto
STAMPA

Un calendario fitto di appuntamenti per la seconda edizione di Tuscany Wine. Degustazioni dei vini presso gli stand degli espositori (più di 200) durante le tre giornate e, l’intera domenica 21 ottobre, dedicata al vino biodinamico grazie alla collaborazione dell’Associazione Reinassance Des Appellations, presente con una collettiva di cantine. Ma anche incontri guidati, con degustazione di vini scelti dall’AIS, con i SuperTuscans di “Civiltà del Bere” e con gli abbinamenti vino e formaggio proposti da Slow Food. E in tema di abbinamenti, una selezione di etichette a cura dei Sommelier AIS Toscana  accompagnerà i piatti proposti durante una non stop di cucina tutta toscana. Da sabato a lunedì prende infatti il via TOUR-WI Cooking Show, un divertente percorso del gusto del territorio regionale a cura degli chef della Federazione Italiana Cuochi e dell’Unione Regionale Cuochi Toscani e con il contributo della Pasta di Agriqualità, il marchio nato per identificare i prodotti agroalimentari realizzati con tecniche di agricoltura integrata.

“Abbiamo pensato – sottolinea Raul Barbieri, Direttore di Arezzo Fiere e Congressi – di dare spazio alla cucina tradizionale come miglior espressione di una cultura enogastronomica globale del territorio, che vede cibo e vino come elementi sempre strettamente connessi"

Tanti i cuochi che si avvicenderanno ai fornelli per presentare la propria interpretazione, in chiave moderna, dei piatti tradizionali del proprio luogo di origine. Un tour ideale nei sapori del territorio che si apre alle 11 di sabato 20 proprio con la città ospite della manifestazione, con un piatto della cucina tradizionale aretina, proposto da unio chef di Arezzo e abbinato con vino locale.

Alle 12.30, ci si sposterà idealmente a Cortona con piatto e vino cortonesi, mentre alle 15.30 saremo in provincia di Siena con lo chef, il piatto e il vino di Chiusi e Montepulciano.

Domenica 21 Ottobre alle ore 11.00, ancora nel senese, a Montalcino con Sua Maestà il Brunello, mentre alle 12.30 ci ritroveremo a Scansano, nel grossetano, con il Morellino. Appuntamento in provincia di Livorno alle 15.30, e precisamente a Bolgheri, per chiudere il cooking show della domenica.

Lunedì 22 Ottobre eccoci in Versilia per trovare il miglior piatto in abbinamento con il Montecarlo Bianco e alle 12.30 in Provincia di Prato per onorare il Rosso Carmignano. A chiudere le performance degli chef sarà, alle 15.30, alla Provincia di Firenze con il piatto tipico della cucina del Chianti.

 

L’incontro tra vino toscano e fornelli offre anche un momento divertente e spiritoso con la II edizione del Concorso semi-serio “Penne Bruciate”. Il Concorso, nato da un’idea del giornalista enogastronomico Claudio Zeni e dal presidente dei cuochi aretini Roberto Lodovichi, riunirà proprio a Tuscany Wine una schiera di giornalisti del settore, che dovranno cimentarsi ai fornelli di fronte ad una attenta giuria composta da chef e sommelier. Ogni concorrente dovrà dare il meglio di sé per non vedersi assegnato il titolo di “Penne bruciate 2012”. Il primo classificato, in questo concorso al ‘contrario’, come negli anni precedenti, avrà l’obbligo di parlare bene nei suoi articoli per un intero anno dei cuochi e della cucina, a prescindere dalla loro stessa bravura o non.

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK