L'Arezzo piega lo Scandicci (3-2), ma il pubblico contesta Mezzanotti e Diomede. Pistoiese sempre a +7

In rete Invernizzi, Martinez e Quadrini. Espulso Essoussi

| di Andrea Lorentini
| Categoria: Sport
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Tre punti in un clima surreale. L’Arezzo batte 3-2 lo Scandicci al termine di una gara gioca malissimo dagli amaranto e con Mezzanotti, contestato a più riprese dal pubblico e invitato, insieme al dg Diomede, a dimettersi. In un ambiente incandescente adesso c'è da preparare la trasferta di domenica prossima a Pistoia, decisiva per il futuro di questo campionato.
Per quanto concerne la cronaca, l’Arezzo era passato in vantaggio con Invernizzi al 22’ , incornata vincente su angolo di Rubechini. Il pareggio dello Scandicci arriva al 36’ grazie a Mazzolli, bravo a battere Scarpelli con un rasoterra preciso.  Nel finale di primo tempo i fiorentini hanno sfiorato il raddoppio in almeno un paio di occasioni trovando un ottimo Scarpelli sempre pronto alla risposta.
Nelle ripresa si gioca nel pieno della contestazione con il pubblico attacca apertamente Mezzanotti e Diomede. Al 12' le squadre restano in dieci per la doppia espulsione di Essoussi e Bettoni per reciproche scorrettezze. A stemperare un po’ la tensione ci pensa Martinez al 22’ quando insacca con un tapin sotto porta. Al 33’ Quadrini è atterrato in area: per l’arbitro è rigore. Dal dischetto lo stesso ex Sassuolo firma il 3-1. Giochi chiusi? Nemmeno per sogno perché al 39’ Keqi, approfitta di un’indecisione della difesa e supera Scarpelli in uscita per il 3-2. Nel finale Mezzanotti viene espulso e la sua uscita dal campo è accompagnata dall’applauso ironico del pubblico.

RILEGGI LA NOSTRA DIRETTA

Finita: Arezzo batte Scandicci 3-2

38' st - Errore difensivo, Keqi approfitta di un rimpallo  e accorcia le distanze (3-2)

36' st - Dal dischetto l'ex Sassuolo non sbaglia e firma il 3-1

35' st - Rigore per l'Arezzo per fallo su Quadrini.

33' st - Espulso Mezzanotti, accompagnato dall'applauso ironico del pubblico

31' st Adesso l'Arezzo cerca di gestire il vantaggio, lo Scandicci però non molla

Si gioca in un clima surreale

22'' st Arezzo in vantaggio: tapin vincente di Martinez. L'argentino è andato poi ad abbracciare Mezzanotti, apertamente contestato dal pubblico

L'argentino subito pericoloso di testa su cross da sinistra di Rubechini

15' st - Terzo cambio per Mezzanotti: esce Dierna, entra Martinez

11' st - Espulsi Essoussi e Bettoni per reciproche scorrettezze. Rosso diretto per entrambi

Arezzo adesso con il 4-3-3 con Essoussi punta centrale, Quadrini e Dieme attaccanti esterni

5' st - Secondo cambio nell'Arezzo: fuori Invernizzi, dentro Dieme. Il pubblico fischia la decisione del tecnico, ormai nel mirino dei tifosi

Adesso si leva la contestazione nei confronti di Mezzanotti e Diomede: allenatore e ds sono invitato dai tifosi a dimettersi

Cambio nell'Arezzo: fuori Idromela, dentro Disanto

Cominciato il secondo tempo

Primo tempo davvero deludente da parte della formazione di Mezzanotti che, nonostante il vantaggio, ha sofferto per larga parte il gioco dello Scandicci

Finito il primo tempo: 1-1. Bordate di fischi e insulti dagli spalti.

Fischi assordanti dagli spalti all'indirizzo di giocatori e allenatore

Arezzo in evidente difficoltà in questo finale di primo tempo

42' pt - Occasione gol per lo Scandicci con Bigeschi che a tu per tu con Scarpelli si fa respingere il tiro dal portiere amaranto. Fiorentino davvero vicino al raddoppio

36' - Pareggio dello Scandicci con Mazzolli che con un destro rasoterra infila la palla all'angolino sul palo più lontano

Momento della partita nel quale l'Arezzo appare impaurito. Fiorentini che hanno preso in mano le redini della gara

34' - Azione tambureggiante dello Scandicci con Kouko che va due volte al tiro e in entrambi le circostanze è bravo Scarpelli a chiudere lo specchio. Brivido per gli amaranto

33' - Ammonito Rubechini per fallo da tergo su Bigeschi dopo un indecisione tra Quadrini e Bricca che stava dando via libera al contropiede ospite

30' - Da qualche minuto l'Arezzo ha lasciato l'iniziativa allo Scandicci

24'  - Quadrini lancia Essoussi che entra in area, ma il numero 9 chiude troppo il diagonale e la palla finisce sul fondo

22' - Arezzo in vantaggio: Invernizzi svetta più in alto di tutti sul cornr calciato da Rubechini e di testa insacca per l'1-0. Per l'uruguagio è il terzo gol in campionato, il secondo consecutivo

20' - Arezzo confusionario, Scandicci che adesso prova a pungere in avanti con i fratelli Kouko

15' - Se ne è andato il primo quarto d'ora al comunale. Ancora 0-0. Poche emozioni fin qui. Arezzo che sembra attanagliato dai soliti problemi. Arrivano già i primi fischi dagli spalti

8' - E' l'Arezzo che prova a fare la partita in questi primi minuti. Scandicci copre bene gli spazi e pronta a ripartire la squadra di Brachi

4' - Ci prova Quadrini dai 25 metri. La conclusione di sinistro è centrale, blocca Mariotti

2' - Scambio Essoussi-Invernizzi, l'uruguagio va al crosso per lo stesso Essoussi, il cui colpo di testa è debole. Allontana la difesa dello Scandicci

Arezzo con il 4-3-1-2: Invernizzi  Essoussi in attacco con Quadrini tra le linee.  Bricca, Idromela e Rubechini formano la cerniera in mediana

Arezzo in maglia amaranto, calzoncini neri e calzettoni amaranto. Scandicci in completo biancoblu

Le squadre hanno fatto l'ingresso in campo

ore 14,00 - Formazioni ufficiali di Arezzo e Scandicci. Nelle fila amaranto giocano dall'inizio sia Idromela che Rubechini. Panchina per Carfora.

IL TABELLINO

AREZZO-SCANDICCI 3-2

AREZZO (4-3-1-2) Scarpelli, Carminucci, Dierna (15' st Martinez), Zaccanti, Tonetto, Idromela (1' st Disanto), Bricca, Rubechini, Quadrini, Essoussi, Invernizzi (5' st Dieme) A disp: David, De Martino, Mencarelli, Bellavigna, Carfora, Rascaroli

Allenatore: Mezzanotti

SCANDICCI: Mariotti, Bini, Mordini, Del Colle, Bettoni, Alderotti, Ammannati, Mazzolli, J. Kouko, D. Kouko, Bigeschi A disp: Berti, Della Scala, Keqi, Chiarello, Rondina, Infantino, Ammannati, Ortega, Lombardi

Allenatore: Brachi

ARBITRO: Paternza sez. Teramo (Affronti - Yoshikawa)

RETI: 22' pt Invernizzi (A), 36' pt Mazzolli (S), 21' st Martinez (A), 33' st Quadrini (r), 38' st Keqi (S)

NOTE: Espulsi Essoussi (A) e Bettoni (S), ammoniti Rubechini (A), Idromela (A), Bini (S)

Comincia la caccia. Per dirla come Mezzanotti. Dopo la pausa natalizia e un girone d’andata che ha riservato pochi sorrisi e molte delusioni, l’Arezzo riparte dallo Scandicci, primo avversario sulla strada verso una rimonta, ad oggi complicata, sulla Pistoiese. Nel girone di ritorno, che si apre questo pomeriggio, gli amaranto sono chiamati ad una media punti altissima per recuperare le 7 lunghezze di distacco che li dividono dagli arancioni di Morgia.
Mezzanotti, che è un cacciatore, sa che la lepre è svelta e per prenderla serve buona mira e astuzia. Fuori di metafora, nel 2014 servirà un Arezzo più brillante, più convinto, più concreto e soprattutto che giochi meglio al pallone. Sviluppando una manovra offensiva efficace che ben poche volte si è vista nel girone d’andata.
Contro i fiorentini allenati da Brachi, il tecnico amaranto sembra intenzionato a proporre il 4-3-1-2 con Quadrini alle spalle del tandem Essoussi-Invernizzi. Martinez, rientrato da poche ore dall’Argentina, partirà dalla panchina. A centrocampo niente debutto dal primo minuto per Rascaroli. Il trio in mediana dovrebbe essere composto da Bricca, Disanto e Carfora. Quest’ultimo preferito a Rubechini.
Lo Scandicci è reduce da una lunga striscia positiva: nelle ultime sette gare ne ha vinte sei e pareggiata una. Non sarà un ostacolo agevole da superare, ma l’Arezzo non ha alternative se vuol dare un senso allo scontro diretto del 12 gennaio a Pistoia.

 

Andrea Lorentini

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK