Equestrian Center al via l'undicesima edizione del Toscana tour

| Categoria: Sport
STAMPA

All'Equestrian Centre si alza il sipario sull'esclusivo Toscana Tour
Martedì l'Equestrian Centre ha aperto le porte all'undicesima edizione del Toscana Tour.
Un'edizione dai grandi numeri con cinquecento cavalieri provenienti da trentanove paesi.

Arezzo –  All'Arezzo Equestrian Centre si è alzato il sipario sull'esclusivo Toscana Tour, una delle manifestazioni equestri più importanti a livello mondiale nella quale saranno protagonisti i migliori top  rider internazionali. La manifestazione, iniziata martedì 18 marzo, si concluderà domenica 13 aprile e vedrà lo svolgimento di ventiquattro giornate di gara per un evento tra sport e glamour oramai divenuto, dopo undici edizioni, un appuntamento sempre più cult all'interno del circuito riguardante il salto ostacoli internazionale. Appuntamento che sarà seguito da ben dodici paesi, con collegamenti dall'Europa Centrale, Est Europa, Scandinavia, Balcani e oltre oceano (Canada). Nel corso degli anni, oltre all'impeccabile organizzazione che ruota attorno all'evento, sono stati i numeri a rendere grande ed esclusivo questa evento, numeri che anche in questa edizione si confermeranno di assoluta risonanza come sottolineato dalla presenza di oltre milleduecento cavalli e cinquecentocinquanta cavalieri, pronti a darsi battaglia all'interno di tre campi di gara tra i quali spicca la magnifica arena Boccaccio, fiore all'occhiello dello showground aretino. Showground che ospiterà, durante tutto il corso della manifestazione, cavalieri e amazzoni provenienti da ogni continente, per un totale di trentanove paesi, tra i quali spunta l'Italia che verrà rappresentata da cavalieri di spicco come il Campione Italiano in carica Filippo Moyersoen, Emilio Bicocchi, Francesco Franco, Natale Chiaudani, Gabriele Grassi, Giulia Martinengo Marquet e tra i più giovani Emanuele Massimo Bianchi, Campione Europeo Junior in carica. Nella prima giornata di gara, riservata alla categoria Young Horses, sono spiccati i nomi del romeno Bucur Ionel, dell'italiano Guido Franchi e del belga Ignace Philips, rispettivamente vincitori tra i cavalli di età cinque, sei e sette anni. Nella giornata di mercoledì hanno invece brillato il sudafricano Neriske Prinsloo, il romeno Ruxandariu Luca e l'italiano Emilio Bicocchi, anch'essi vincitori rispettivamente tra gli Young Horses di cinque, sei e sette anni di età. Young Horses che rimarranno protagonisti nella giornata di giovedì, in una giornata che coinciderà con l'apertura dell'arena Boccaccio, nel quale si svolgeranno le prime gare riguardanti il Bronze, Silver e Gold Tour che a loro volta, insieme al Pony Tour, saranno assoluti protagonisti durante il primo week end.
 

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK