Festa del pane

domenica 14 settembre

| di Lucrezia Lombardo
| Categoria: Territorio
STAMPA

Farina, acqua e lievito, insieme a pochissimi altri ingredienti genuini, ma soprattutto i fornai della provincia di Arezzo saranno i protagonisti di “Pane in piazza”, la grande festa del pane che si terrà ad Arezzo domenica prossima, 14 settembre, su iniziativa della Confcommercio con il patrocinio del Comune di Arezzo.

L’inaugurazione è prevista per le ore 12 in piazza Sant’Agostino, alla presenza delle autorità, che per restare in tema con l’evento saranno invitate a tagliare, anziché il consueto nastro, una baguette di circa tre metri. Subito dopo, inizierà il cooking show del team femminile dell’Associazione Cuochi Aretini, con le chef a cucinare in diretta alcuni piatti a base di pane.

Una ventina di fornai da tutta la provincia, aderenti all’Associazione Panificatori, saranno  invece all’opera già dalle ore 10 in piazza Sant’Agostino, nel grande stand-laboratorio di oltre cento metri quadrati, attrezzato di tutto punto. Fino alle 20 saranno letteralmente con le mani in pasta per preparare e sfornare sotto gli occhi del pubblico tante specialità profumate e croccanti. Dal pane tradizionale alle schiacciate, dai bomboloni alle crostate, tanti prodotti dolci e salati per tutti i gusti, da acquistare a poco prezzo: 50 centesimi per un panino, 1 euro per un trancio di pizza, 1,5 euro per una fetta di crostata o una schiacciatina salata, 2 euro un pane da chilo tradizionale.

L’offerta gastronomica si arricchirà delle proposte dei locali di Sant’Agostino Il Botteghino, Mivà di Più e La Bottega degli Illustri della piazza, che insieme ai panificatori offriranno nel pomeriggio un kit per la merenda sana dei più piccoli, a base di  succhi di frutta, schiacciata, pizzetta e pane con l’olio (3 euro) e più tardi il Pane-Aperitivo per gli adulti, sempre a base di pane e sfiziosità da forno, accompagnate da bevande alcoliche o analcoliche al costo totale di 5 euro, da gustare nel piccolo ‘prato’ vero che sarà sistemato nella piazza.

Ad animare la festa anche tante iniziative gratuite per i bambini, come i laboratori della Banda dei Piccoli Chef della Lilt e i giochi, attivi dalla mattina alla sera negli stand accanto all’Informagiovani.

Chiude la giornata la grande cena all’aperto organizzata dai locali La Bottega degli Illustri e Mivà di Più insieme alla, su prenotazione. Di pane saranno perfino le scodelle su cui saranno servite le  pietanze, tutte da leccarsi i baffi, per un costo totale di 20 euro a persona, bevande escluse.

Pane da cuocere, da mangiare, da guardare e perfino con cui giocare: domenica 14 settembre il fiore all’occhiello della tradizione toscana ad Arezzo avrà davvero tutti i riflettori puntati su di sé. E, con lui, la città renderà omaggio ai tanti fornai che nottetempo, ogni giorno, ce lo garantiscono fresco e croccante sulla tavola.

Lucrezia Lombardo

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK