Ciggiano in rivolta per la chiusura delle Poste scrive a Napolitano

"Hanno sigillato anche la buca delle lettere" il sindaco Menchetti "inaccettabile, potrebbe configurarsi l'interruzione di pubblico servizio"

| Categoria: Territorio
STAMPA

Il sindaco di Civitella in Valdichiana ha preso posizione contro la chiusura dell’unica cassetta pe rimbucare le lettere nella frazione di Ciggiano, già privata peraltro dell’ufficio postale con pesanti disagi per la popolazione, in maggior parte anziana. Il fatto che gli operai intervenuti per chiudere l’ufficio abbiano sigillato con il nastro adesivo la buca delle lettere ha provocato la reazione di un intero paese che si è ribellato scrivendo una lettera al Presidente della Repubblica. “Prendo atto – dice il sindaco Ginetta Menchetti – che “Poste italiane” ha completamente ignorato la protesta di un intero paese che lo scorso anno ha promosso una petizione popolare per difendere il suo ufficio postale. La chiusura della cassetta postale è l’ultimo atto davvero inaccettabile”. Il sindaco ha chiesto di ripristinare l’utilizzo della buca delle lettere togliendo i sigilli e si è impegnata a far verificare da un legale se vi siano del reato di interruzione di pubblico servizio. 

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK