Lucignano, il sindaco Seri tira le somme sul 2013 e sulla scadenza del suo mandato

"Provo malinconia, ma sono consapevole di quanto sono cresciuto. Ecco il lavoro fatto ed i progetti futuri"

| di Osvaldo Tavarnesi
| Categoria: Valdichiana
STAMPA

Intervista a tutto tondo al sindaco Maurizio Seri e non potrebbe essere altrimenti visto che in questo 2013 non si può parlare soltanto dell'anno che si sta concludendo, ma il nostro discorrere ci porterà a conoscere la sua esperienza come sindaco lucignanese, al termine del suo secondo mandato che finirà a maggio del 2014 e precisamente il 25. Sinceramente, anche se vecchi cronisti, non ci lascia indifferenti questo nostra intervista che per 10 anni ha avuto come interlocutore Maurizio Seri come primo cittadino lucignanese. Per alcuni secondi, il suo ufficio, è teatro di molte sensazioni difficilmente esprimibili che rendono "assordante" il silenzio che vi regna. Ma le domande sono troppe, molte "affidateci" dagli stessi cittadini e come un fiume in piena incalziamo Seri inondandolo di quesiti.

Quanto è stato fatto nel suo periodo di conduzione del parlamentino lucignanese? Quante sono le iniziative che non è riuscito a portare a termine? Quale è il progetto o l'iniziativa portata a termine che gli ha dato e gli dà ancora più soddisfazione? Sindaco ci dica la verità sapere di essere arrivato alla fine di un così gravoso impegno durato ben 10 anni quale è il sentimento che è preminente nei suoi pensieri: di soddisfazione, tristezza o più sollievo?

"Piano, piano, andiamo per ordine. Direi di partire con l'ultima domanda che ritengo molto personale ma allo stesso tempo non ho problemi a dichiarare che sarei un bugiardo se non ammettessi di essere "preso" da un profondo senso di malinconia, d'altronde credo di lasciare 10 anni di dedizione completa al compito che mi era stato assegnato dai miei concittadini. Posso confermare che sono stati 10 anni importanti al servizio della mia comunità e allo stesso tempo la mia vita è cambiata, è cresciuta la mia famiglia e anch'io dai miei 35 anni sono arrivato ai 45".

Sarebbe proprio la stagione dei politici quarantenni, sussurriamo, ma il Seri si lascia scivolare la mia affermazione e continua:" Francesco( il figlio di 7 anni)mi conosce come sindaco e per lui sarà strano vedermi sotto un'altra veste lavorativa. Quanto è stato fatto e come, non mi sento così presuntuoso da giudicarmi, saranno i miei stessi cittadini che lo faranno e spero che, se non altro vorranno ricordare il totale impegno che ho sempre messo per la nostra comunità e l'attenzione che ho sempre avuto nell'ascoltare le richieste di ogni cittadino. Se, poi devo menzionare quello che ritengo che sia stato particolarmente positivo durante il mio mandato non ho dubbi nel dire: L'Asilo Nido, le attenzioni verso tutte le frazioni e le illuminazioni pubbliche  ad energia rinnovabile. Fondamentale dal punto di vista economico e sociale è stato l'aver fatto riquadrare il bilancio della Casa di Riposo, grazie alla collaborazione e all'accordo con i comuni della Val di Chiana  e la Asl. Questa iniziativa ha posto le basi per un progetto importante che farà diventare questo Sito una piccola "Casa della Salute", dove saranno inglobate il Centro di Riabilitazione (Fisioterapia), Punto Prelievi e naturalmente Casa di Riposo per auto sufficienti e non". E' da considerare che prima questa struttura per anziani, da sola, aveva una perdita annuale di 200mila euro, ora con la nuova ristrutturazione la situazione di bilancio e' di totale pareggio.

"Inoltre - prosegue il sindaco lucignanese - vado fiero di aver dato un impulso alla promozione turistica del nostro paese e molto si deve al fatto di aver raggiunto l'obiettivo di poterci fregiare del titolo di "Bandiera Arancione". Decisamente un bel poker, dato che per 4 volte di seguito è stato conferito alla "Perla della Val di Chiana" questo ambito riconoscimento. "e chissà che non arrivi la "cinquina" sottolinea sorridendo Seri, che prosegue "tra le opere importanti che abbiamo fatto in questo periodo è da sottolineare la "riapertura" del Teatro Rosini (dopo 30 anni) e che la sua ristrutturazione ha ricevuto due importanti riconoscimenti, nel quadro delle ristrutturazioni teatri, sia nazionale che dall'Europa classificandosi al 1° posto. Non posso e voglio dimenticare la ristrutturazione dell'ex chiesa del "Corpus Domini" dando la possibilità alla nostra cittadinanza di poter usufruire di un importante spazio per le attività culturali. Inoltre abbiamo rimesso a "nuovo" piazza della Collegiata, piazza Traiana e la pavimentazione dei giardini pubblici. Altresì importante è stato , primi in Val di Chiana, l'aver dotato la nostra comunità degli strumenti di Pianificazione Urbanistica e naturalmente inserendo norme a favore delle energie rinnovabili e a tutela dell'ambiente". Sindaco parliamo di quei progetti, a Lei cari, che non gli è stato possibile portare a termine. "Sicuramente l'impossibilità di finalizzare il progetto di un Plesso scolastico che avrebbe unito le Medie Inferiori e le Elementari. Allo stesso tempo non abbiamo potuto ristrutturare quel meraviglioso "oratorio", che sarebbe stato un altro sito importante da mostrare al mondo intero. Tutti e due i progetti, purtroppo, sono sfumati per l'arrivo di questa maledetta crisi economica che ci ha privato dei fondi necessari per poter realizzare questi due nostri sogni".

Fra circa 5 mesi, come più volte ricordato, scade il suo mandato da  sindaco, quale sarà il prossimo impegno lavorativo del cittadino Maurizio Seri? " Io da sempre mi sono messo a disposizione, non ho mai chiesto, mi hanno contattato per fare il Sindaco ed io ho accettato di buon grado, felice di poter operare per la mia gente". Sara politico il suo nuovo incarico, incalziamo noi. "Ho troppo rispetto per la politica nel suo più alto senso della parola per cercare sotterfugi o richieste di comodo, se lo riterranno opportuno io sarò disponibile a mettere sul tavolo la mia esperienza e tutto il mio impegno unito alla grande passione, se ciò non avverrà sono sempre stato dell'avviso che ci sono altre strade lavorative che esulano dalla politica". La Giunta lo attende ed il Sindaco Seri ha solo il tempo per inviare gli auguri più sinceri a tutti i suoi concittadini.  Auguri Sindaco.

Osvaldo Tavarnesi

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK