Partecipa a Arezzo Oggi

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Sabato la grande festa per la Croce del Pratomagno

La conclusione dei lavori di restauro sarà l'occasione per una giornata di festa alla quale sono invitati tutti i cittadini

Condividi su:

Una macchina organizzativa imponente è quella organizzata per la grande festa della Croce del Pratomagno che si presenterà in tutto il suo splendore dopo l'intervento di restauro coordinato dalla Provincia e finanziato da Banca Etruria. Sabato 27 luglio, infatti, la cerimonia organizzata in occasione della conclusione dei lavori vedrà protagonisti non soltanto enti e istituzioni che hanno partecipato al progetto - Provincia e Banca Etruria insieme a Regione Toscana, Unioni dei Comuni di Pratomagno e Casentino, Comuni di Ortignano Raggiolo e Loro Ciuffenna, Sovrintendenza di Arezzo, con la collaborazione del CAI di Arezzo e Valdarno e della Brigata di Raggiolo - ma anche tutti i cittadini che vorranno essere presenti. Sono stati infatti organizzati servizi di trasporto che consentiranno di arrivare al sentiero che con l'ultimo tratto di salita porterà fino alla Croce. Il bus navetta, offerto da Tiemme, partirà dalla stazione di Poppi in corrispondenza dell'arrivo dei treni a partire dalle 7.50 e fino alle 17. Allestiti anche dei parcheggi lungo la strada che conduce alla Croce, sia dal versante del Valdarno a partire dal Traforo che da quello del Casentino dal Bivio di Buiti. Si consiglia, per affrontare agevolmente il breve tracciato di trekking dal parcheggio fino alla Croce, un abbigliamento adatto, comprensivo di cappello, una buona attitudine ai sentieri montani e una scorta d'acqua. Per il pranzo, oltre al ristorante presente, sarà a disposizione un piccolo mercato alimentare e un’area picnic attrezzata con griglie. Il programma della giornata comincia alle 10 con la messa celebrata dai Frati Cappuccini di Certomondo nella Cappella di San Francesco, ai piedi della Croce. La cerimonia con autorità e istituzioni, poi, è in programma per le 11 e avrà inizio con l'esecuzione da parte della Filarmonica di Loro Ciuffenna del brano musicale scritto appositamente dal maestro Orio Odori, alla quale faranno seguito gli interventi delle autorità al momento del taglio del nastro. Alle 11.30 sarà invece deposta una corona di alloro nel ceppo in memoria del trasvolatore australiano Herbert John Louis Hinkler, che trovò la morte proprio nei pressi della Croce nel 1933, alla cui memoria si svolgerà l'esecuzione del Silenzio, seguita dall'intervento di Doug Trappet, Charge d'Affaires dell'Ambasciata d'Australia in Italia, dall'esecuzione degli inni nazionali di Italia e Australia e dal volo di saluto dell'Aereo Club “Luciano Centini” di Arezzo. Ricordiamo che a tutti i presenti sarà regalato a ricordo della giornata, uno dei vecchi bulloni della Croce, sostituiti con l'intervento di restauro. Per tutte le informazioni aggiuntive e gli approfondimenti sulla Croce è possibile consultare il sito internet crocedelpratomagno.it.

Condividi su:

Seguici su Facebook