Bibbiena ordinanza di non potabilità

| Categoria: Attualità
STAMPA

Si informano i cittadini di Bibbiena che il Comune – a scopo cautelativo - ha appena emesso un’ordinanza per il divieto di utilizzo a fini alimentari della risorsa idrica del pubblico acquedotto, a seguito di un accumulo di letame causato da un privato cittadino nei pressi del campo pozzi “Le Chiane”.

Nell’ordinanza, il Comune ha contestualmente intimato al privato cittadino l’immediata rimozione del materiale erroneamente scaricato.

Nuove Acque, di concerto con l’Amministrazione Comunale e la USL 8 di Arezzo, ha immediatamente provveduto a bloccare la fornitura dal suddetto campo pozzi “Le Chiane”. Di pari passo, sono state subito attivate fonti di approvvigionamento alternative, quali il campo pozzi “Orti Palazzetti” e l’acquedotto “La Gressa” per garantire la continuità del servizio ai cittadini, repentinamente avvisati tramite il servizio di sms. Infine, Nuove Acque si è premurata di attivare un ulteriore punto di prelievo di acqua potabile per i propri clienti vicino alla “Casa dell’Acqua” a Bibbiena Stazione.

Tutti gli organi preposti sono costantemente al lavoro per monitorare i valori e per riportare quanto prima la situazione alla normalità, garantendo la massima tutela della salute dei cittadini, oltre che un servizio efficiente.

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK