In occasione della tappa de la Tirreno-Adriatico, la maglia simbolo del giro d'Italia fa tappa ad Arezzo

| di a cura della redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

In occasione dell'arrivo cittadino della Tirreno-Adriatico, Oxfam Italia, l'ong nata ad Arezzo che sarà la charity ufficiale del Giro d'Italia 2014, presenta alla città l'immagine simbolo del Giro d'Italia 2014, consegnando al Comune di Arezzo la Maglia Rosa, che quest'anno riporterà la frase: Giro fights for Oxfam.
Già perché la partnership tra Oxfam e il Giro d'Italia avrà l'obiettivo di aggiungere almeno altri due traguardi a quelli delle tradizionali tappe: la promozione e il finanziamento dei progetti di sviluppo rurale e di rafforzamento dell'imprenditorialità femminile che Oxfam sostiene da tempo nel Sud del mondo. Il Rosa del Giro (e della Gazzetta dello Sport) pedalerà dunque anche per le donne. Testimonial e madrine per Oxfam saranno quindi la conduttrice televisiva Cristina Chiabotto, l'attrice Chiara Francini e la giornalista delle Iene, Nadia Toffa.
La Maglia Rosa resterà in esposizione per la curiosità di tutti gli aretini, fino a venerdì 14, giorno di arrivo della tappa cittadina della Tirreno-Adriatico, presso l'info-point Benvenuti ad Arezzo di piazza della Libertà.
Presenta l'iniziativa l'assessore Francesco Romizi: "un grazie ad Oxfam e alla Marconi Arredamenti per queste due forme di collegamento tra Arezzo e il mondo del ciclismo nazionale. La Tirreno-Adriatico che venerdì farà tappa ad Arezzo e il Giro d'Italia che sostiene i progetti di Oxfam, nata ad Arezzo e che porta solidarietà in tutto il mondo".
Pilade Nofri, in rappresentanza della Marconi Arredamenti porta i saluti di Morini e conferma che " il ciclismo è un grande veicolo per informare e sostenere associazioni umanitarie. L'impegno per Oxfam fa onore a RCS e a tutto il ciclismo".
"Il Giro d'Italia è un grande evento - sostiene Paolo Pezzati di Oxfam Italia - e Arezzo ci sarà. Siamo grati a Rcs del supporto ai nostri progetti e ai grandi nomi del ciclismo che vi hanno aderito e parleranno di Oxfam. E' la prima volta che una maglia Rosa viene dedicata solo ad un'associazione e ad un progetto particolare di sostegno alle donne e al ruolo fondamentale che hanno nella crescita delle famiglie, delle comunità e dei paesi".
Sostenere una donna, rafforzare la sua autonomia, il suo potere e le sue competenze, significa, secondo Oxfam, aiutare lei e la sua famiglia a uscire dalla povertà e dalla fame. Secondo le ultime stime, ancora oggi 842 milioni di persone soffrono la fame nel mondo, 1 persona su 8 vive in una condizione di quasi totale assenza di cibo quotidiano, o non ha abbastanza da mangiare per condurre una vita sana e attiva, oltre i 2/3 di queste sono donne. Ciò, nonostante siano le donne a produrre la maggior parte del cibo nel mondo, pur non avendo accesso alle risorse, alla terra, al credito, alla formazione. Colmare il divario tra uomini e donne in termini di opportunità e di accesso alle risorse, diviene perciò sempre più urgente, perché potrebbe salvare dalla fame fino a 150 milioni di persone. Si calcola che se le donne avessero uguale accesso a quelle risorse, la povertà globale si ridurrebbe del 15%.
Per poter contribuire a raggiungere quest'obiettivo fondamentale, Oxfam, con l'appoggio del Giro d'Italia, lancerà la prossima primavera la campagna solidale "Con le donne per vincere la fame", che avrà al centro il miglioramento delle condizioni di vita e le capacità delle comunità locali, e in particolare delle loro donne, di produrre, commercializzare e consumare cibo in quei paesi dove Oxfam è al lavoro ogni giorno con diversi progetti di aiuto allo sviluppo: dai Territori Occupati Palestinesi al Marocco e alla Tunisia, dalla Bosnia Erzegovina, all'Albania e al Sud Africa, dall'Ecuador alla Repubblica Dominicana, ad Haiti, dallo Sri Lanka alla Cambogia.

Oxfam Italia è un'associazione umanitaria, nata ad Arezzo, parte di una grande coalizione internazionale, formata da 17 organizzazioni che lavorano in oltre 90 paesi per trovare soluzioni durature all'ingiustizia della povertà nel mondo. Da oltre 30 anni è impegnata in molte regioni del mondo, per migliorare le condizioni di vita delle popolazioni locali, dando loro il potere e le risorse per esercitare i propri diritti e costruire un futuro migliore, e contribuire a garantire loro cibo, acqua, reddito, accesso alla salute e all'istruzione. Oxfam Italia lavora attraverso programmi di sviluppo, interventi di emergenza, campagne di opinione e attività educative per coltivare un futuro migliore, in cui tutti, ovunque, abbiano cibo a sufficienza. Sempre.

a cura della redazione

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK