Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Quanto conta avere la Licenza Media nel 2020?

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

La Scuola Media è normalmente la seconda tappa obbligata dei ragazzi in Italia, dopo il titolo ottenuto dal quinquennio di Scuole Elementari. La durata delle Medie è di 3 anni e ha come obiettivo quello di consolidare quanto appreso negli anni prima e di approfondirlo. Di per sé si tratta di un periodo di soli 3 anni, appunto, che passano in fretta e che tutti dovrebbero poter frequentare senza difficoltà. Ma non è sempre stato così o, comunque, non lo è per tutti.

C’è chi infatti per motivi diversi è costretto ad andare a lavorare o ad assistere un familiare e purtroppo non riesce così ad ottenere l’ambita Licenza Media, titolo di studio oggi considerato basilare per moltissime carriere professionali e per procedere poi con gli studi sino al Diploma superiore. Non tutti i 14-15enni in Italia sono infatti riusciti ad ottenere la Licenza Media, ritrovandosi magari poi a doverne fare a meno, a fare lavori di un certo tipo a porre fine alle proprie aspirazioni.

Tornare sui banchi passati gli anni dell’adolescenza, trovare il tempo per andare a scuola, accanto a compagni con molti meno anni, infatti, è una cosa che può creare moltissimi problemi e di solito non si verifica. Questo non significa però dover rinunciare, perché i metodi per ottenere la propria licenza media sono oggi diversi.

Quali sono le strade per prendere la Licenza Media?

Le scuole serali

Come detto, le vie che si possono prendere per ottenere il tanto sperato titolo di licenza media sono diverse. La strada più classica è frequentare la scuola pubblica che di solito, per gli adulti ha come orario quello serale. Le lezioni si svolgono come al mattino, in classe con i compagni, con l’insegnante che fa lezioni frontali seguendo in parte i ritmi e le esigenze del gruppo e in parte quelli dettati dalla tabella di marcia, visto che c’è di fatto un programma da seguire e l’insegnante l’avrà diviso fra le diverse ore di lezione.

Se qualche compagno non riesce a comprendere proprio un argomento bisognerà un po’ con pazienza rallentare, così, allo stesso modo se si è gli unici a non averlo capito bisognerà arrangiarsi un po’ a casa o privatamente perché non si può bloccare una classe per una sola persona. È la maggioranza, diciamo, a dettare i ritmi degli insegnamenti.

Questo tipo di scuola è utile e consente di raggiungere i propri obiettivi, ma ha diversi punti a sfavore in particolare per quanto riguarda l’impegno richiesto. Non tanto come studio, quanto come tempo e “fatica”. Dopo una giornata di lavoro recarsi fisicamente in istituto a seguire le lezioni, magari se la giornata non è proprio stata leggera, è difficile e anche poco utile perché si seguiranno gli insegnamenti poco e male.

In diverse ore di lezione, poi, il tempo realmente dedicato all’insegnamento è relativo: c’è il tempo che si perde per i saluti all’arrivo, alla fine delle lezioni, il tempo per l’appello in classe, e le consuete pausette e chiacchiere che si creano normalmente se ci si trova in una decina di persone. È in questo senso che frequentare le scuole serali è faticoso.

Licenza media online

Una delle soluzioni più gettonate oggi per conseguire l’ambito titolo di Licenza media è quella di frequentare una scuola online. Con la licenza media inferiore online non è lo studente ad adattarsi alla scuola, ma è la scuola, per certi versi, che si adatta alle esigenze dello studente. Questi ha a disposizione una piattaforma digitale dalla quale può scaricare tutti i materiali utili, senza dover quindi comprare libri o altro, e seguire le lezioni. Queste potrà seguirle in diretta oppure anche vederle in video quando può, in base ai propri impegni. I tempi ed i ritmi degli insegnamenti, insomma, li definisce lo studente. La soluzione è comoda, pratica e consente di raggiungere i propri obiettivi, così, con meno fatica.

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK