Domenica l'inaugurazione del rinnovato oratorio di San Domenico. Gran finale con i The Sun in concerto

Nello stesso giorno al Santuario del Giuncheto a San Polo la Festa del malato

| di Cm
| Categoria: Attualità
STAMPA

Si prospetta una grande giornata di festa domenica per la Diocesi. Infatti verrà inaugurato il rinnovato oratorio di Padre Caprara in San Domenico, dato che è terminata la prima tranche dei lavori. Per ora sono disponibili due nuovi campi sportivi, uno da calcetto e uno polivalente. E così con questo nuovo spazio, Arezzo riscopre uno dei suoi luoghi simbolo in campo educativo. Realtà legate in modo indelebile alla figura di padre Raimondo Caprara. Grazie al «piccolo, grande Curato» - come lo definì monsignor Angelo Scapecchi - o al «Padre» - come lo chiamava la gente - gli spazi attorno alla Basilica e al convento domenicano divennero punto di riferimento per tanti ragazzi.
Le attività del nuovo oratorio partiranno proprio domenica con la Festa diocesana dei ragazzi che hanno ricevuto la Cresima negli ultimi tre anni: un momento di rilettura della propria esperienza e di rilancio, nella linea tracciata dalla lettera pastorale dell’Arcivescovo. Mandati a portare il lieto annunzio, ma con il linguaggio a cui i ragazzi sono abituati a comunicare: quello dei social network. Da qui il titolo dell’evento, "Twittatelo dai tetti": dire a tutti un messaggio profondo ma semplice, e invitare ciascuno a rilanciarlo dai "tetti" dei social network. Ma non è finita qui, anzi. Nel corso del pomeriggio dedicato alla comunicazione "virtuale", ci sarà anche spazio per lo sport, con un torneo di calcetto organizzato proprio nei nuovi campetti. Quindi alle 20 la grande musica nella Basilica di San Domenico,dove si svolgerà il concerto-testimonianza della nota band vicentina «The Sun». Titolo scelto per la serata: «Tutto comincia se lo vuoi. From Rio to Arezzo». Un’occasione per ritrovarsi a due mesi dalla Giornata mondiale della Gioventù, svoltasi in Brasile. Domani sera suoneranno per Papa Francesco ad Assisi, quindi domenica ad Arezzo, nella loro penultima tappa prima di ritirarsi alla registrazione del loro terzo almbum.

E sempre domenica si svolgerà anche la Festa diocesana del malato, promossa dall’Ufficio diocesano per la pastorale della salute. La Festa,  è in programma al Santuario del Giuncheto (San Polo) in occasione delle celebrazioni per i 500 anni dalla prodigiosa apparizione della Madonna. L’iniziativa nasce con l’intento di offrire un momento di svago e allegria per le tante persone malate, che spesso devono fare i conti con la solitudine. L'appuntamento prende il via alle 10.30, alternando momenti di gioco e di festa; dopo il pranzo verranno lanciati in aria tanti palloncini colorati, tercento quanti i partecipanti, come segno di ringraziamento per il dono prezioso della vita. A seguire ci sarà una Messa presieduta dall’arcivescovo Riccardo Fontana.

THE SUN, IL VIDEO

Cm

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK