Garage pieno di oggetti rubati tra cui anche armi, arrestata 23enne. Operazione della Mobile

La donna è la compagna di uno dei convolti nel controllo della prostituzione tra Arezzo eSiena

| Categoria: Cronaca
STAMPA

Gli uomini della Mobile continuano nella lotta ai furti in villa ed alla ricettazione di oggetti rubati. Proprio in questo ambito hanno tratto in arresto G. A., una rumena incensurata, classe 1991 nella tarda mattinata del 16 gennaio scorso, sugli sviluppi dell’operazione condotta in collaborazione con i colleghi della Squadra Mobile di Siena, che aveva portato all’esecuzione di tre misure di custodia cautelare in carcere per tratta di esseri umani e sfruttamento della prostituzione. La donna, compagna e convivente con uno dei tre imputati per la tratta di esseri umani, teneva occultato in un box nella propria disponibilità tre fucili, un’enorme quantità di utensili per l’edilizia ed altro materiale rubato nel territorio della provincia. Le successive attività hanno permesso agli operatori di restituire parte del materiale rubato ai legittimi proprietari.

L’arresto della G.A. è stato convalidato questa mattina per la detenzione abusiva delle armi da fuoco rubate. Seguirà il processo che la vedrà imputata anche per la ricettazione di tutta la refurtiva.

NELLA FOTO GIOVANNI SCHETTINO DIRIGENTE DELLA MOBILE ARETINA

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK