Arriva la nuova banconota da 10 euro, distributori automatici da adeguare

Marinoni: “c’è tutto il tempo per recepire il cambiamento"

| Categoria: Economia
STAMPA
Franco Marinoni

La Banca centrale europea presenta la nuova banconota da 10 euro e i gestori della distribuzione automatica, che già avevano incontrato problemi con la banconota da 5, drizzano le orecchie.
“Ci sarà tutto il tempo per adeguarsi” , rassicura il direttore della Confcommercio aretina Franco Marinoni. “la nuova banconota infatti entrerà in vigore soltanto dopo l’estate, il prossimo 23 settembre, e quelle in circolazione ora manterranno il loro valore a tempo indeterminato. Da sottolineare che le nuove dieci euro saranno più difficili da falsificare e più resistenti all’usura, con una conseguente riduzione dei costi di stampa. Prima o poi, del resto, tutte le banconote si rinnovano: qualche settimana fa la Gran Bretagna – e non è nemmeno la prima - ha messo in cantiere la banconota in propilene che circolerà dal 2016, così più resistente e durevole dei fogli di carta che la Banca d’Inghilterra prevede di risparmiare 100 milioni sterline in dieci anni”.
In attesa che le nuove 10 euro arrivino nei portafogli degli aretini, Confcommercio si preoccuperà di dare alle piccole e medie imprese interessate le informazioni utili per adeguare i macchinari al nuovo taglio. I più interessati dal cambiamento, oltre alle biglietterie automatiche, saranno i benzinai, i tabaccai e le lavanderie automatiche. C’è poi il settore dei distributori automatici di caffè, merendine e altri prodotti, dove però normalmente vengono impiegati per l’acquisto al massimo banconote da 5 euro.

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK