Concorsi per primari, la Regione sblocca la situazione

L'annuncio dal direttore della Asl Enrico Desideri

| Categoria: Sanità
STAMPA

A margine della presentazione della nuova Utip del San Donato, il direttore generale della Asl Enrico Desideri ha informato i giornalisti di un nuovo importante passo avanti per sanare il deficit di primari titolari nei nostri ospedali. “Il decreto legge Balduzzi del 2012, fra le altre determinazioni, aveva bloccato l’indizione di concorsi per nuovi direttori di unità operative. Nella nostra Azienda – ha dichiarato Desideri - sono una dozzina i posti vacanti, coperti ad oggi egregiamente con incarichi temporanei, ma per i quali c’è la necessità di creare stabilità e normalità. La Regione Toscana, con la legge regionale 47 entrata in vigore ad agosto, ha superato quei limiti assumendosi la responsabilità e l’impegno per far ripartire le procedure. Proprio ieri – ha concluso Desideri - in un proficuo e positivo incontro in Estav, le quattro direzioni generali della Toscana meridionale, utilizzando quella legge, hanno deciso di dare il via formalmente ad una serie di concorsi, accelerando al massimo ogni fase della procedura. Non sarà possibile avviarli tutti assieme, ma procederemo secondo le priorità, dalla Chirurgia del San Donato alle Medicine di Arezzo e Valdarno, dalla Geriatria alla Medicina Nucleare e alla Pediatria, poi tutte le altre. Direi comunque che questa può essere certamente annoverata, finalmente, fra le buone notizie”.

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK