Donazioni di Aisla in favore dei malati di Sla

32 i pazienti presenti nel territorio. La collaborazione per garantire a domicilio la stessa sicurezza di cure dell’ospedale

| Categoria: Sanità
STAMPA

Si rafforza la collaborazione fra la sezione di Arezzo dell'Associazione Italiani Sclerosi Laterale Amiotrofica (Aisla) e l’azienda sanitaria aretina. Questa mattina sono stati illustrate le attività che vedono a fianco la Asl8 e l’associazione nelle sue diverse articolazioni. 
Il gruppo aziendale SLA sta seguendo attualmente 32 pazienti con percorsi integrati ospedale-territorio alcuni dei quali usufruiscono, stante le condizioni cliniche, del progetto assistenziale della Regione Toscana.
“Dobbiamo garantire anche a domicilio la stessa sicurezza delle strutture  ospedaliere” – ha dichiarato il direttore della Asl8 Enrico Desideri. 
“Noi, con le nostre 58 sezioni nazionali, siamo al fianco delle strutture pubbliche, per poter contribuire al miglioramento dei percorsi di assistenza ai pazienti e ai loro familiari” ha sottolineato Salvo Martini, vicepresidente di Aisla Nazionale.
Stamani sono state presentate una serie di donazioni fatte dalla sezione aretina in  favore dei pazienti affetti da SLA:  una bilancia digitale multifunzionale Seca 685 con stadiometro portatile all' U.O. Nutrizione Clinica e due pulsiossimetri accessoriati alla U.O. Pneumologia territoriale del P.O. Santa Maria alla Gruccia del Valdarno.
Stamani è stato confermato anche il rinnovo della nuova convenzione, tra Asl e Aisla  per il servizio di assistenza psicologica ambulatoriale  e domiciliare ad integrazione e supporto dei servizi neurologici e neurofisiopatologici .

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK