Un'agguerrita Chimera Nuoto conquista gloria a Bolzano

Cinque ori, 3 argenti e 3 bronzi: gli atleti aretini danno spettacolo al 17° International SwimMeeting

| Categoria: Sport
STAMPA

Cinque ori, 3 argenti e 3 bronzi. È questo il ricco bottino conquistato dalla Chimera Nuoto al 17° International SwimMeeting di Bolzano, una prestigiosa gara a cui hanno partecipato 66 società da tutto il mondo e alcuni dei più forti nuotatori di numerose nazionali, tra cui l'italiano Fabio Scozzoli. L'agguerrita concorrenza non ha impaurito i 25 giovani atleti aretini in gara che, salendo sul podio per ben 11 volte, hanno portato la Chimera Nuoto al quinto posto del medagliere tenendo testa a tanti coetanei di società italiane, svizzere, tedesche, austriache, olandesi, inglesi e, addirittura, statunitensi. Tra le nuotatrici in gara spiccano le prestazioni di Giuditta Ducci, una ragazza del 1998 che ha dimostrato un grande stato di forma aggiudicandosi un doppio oro nei 50 rana e nei 100 rana e raggiungendo in entrambe le discipline i tempi per partecipare ai prossimi campionati italiani giovanili. Rimanendo in famiglia, è stata ottima anche la gara della sorella Olivia Ducci, classe 2000, che ha centrato due argenti arrivando seconda nei 50 rana e nei 100 rana. Un tris di medaglie porta la firma di Daisy Bertelli, atleta del 2001 che, a pochi chilometri da dove a giugno conquistò il titolo italiano nei 200 dorso (i campionati si tennero nella trentina Rovereto), ha confermato tutto il proprio valore guadagnando l'oro nei 50 dorso e nei 100 dorso e il bronzo nei 100 stile libero. Le uniche medaglie maschili arrivano con Mattia Esposito (1999), giovane promessa della Chimera Nuoto che è salito sul primo gradino del podio nei 100 dorso e sul secondo gradino nei 100 rana, mentre gli ultimi allori sono i terzi posti nei 100 delfino e nei 50 stile libero di Elisa Fazzuoli (2001). «Siamo entusiasti - affermano i tecnici Marco Licastro e Marco Magara, - per le ottime prestazioni dei nostri ragazzi che si sono dimostrati competitivi anche in un meeting internazionale come quello di Bolzano. Le medaglie e i bei piazzamenti ottenuti in gara ci forniscono grandi stimoli e alimentano l'ambizione in vista dei principali appuntamenti della prossima stagione sportiva».

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK