Arezzo-Foligno 1-1. Disanto evita il ko in extremis. Dura contestazione alla squadra e Mezzanotti - FOTO

Gli umbri erano passati in vantaggio con un eurogol di Galbiati

| di Andrea Lorentini
| Categoria: Sport
STAMPA

FOTOGALLERY  /  INTERVISTE

Come un settimana fa contro il Trestina l’Arezzo acciuffa il pareggio in extremis. Stavolta l’uomo della Provvidenza è Disanto. Lo scontro diretto contro il Foligno finisce 1-1. Un punto che serve a poco e che allunga la distanza dalla capolista Pistoiese, ora a +5. Gli umbri erano passati in vantaggio nel primo tempo grazie all’eurogol di Galbiati: un sinistro velenoso che si insacca direttamente sotto il sette. Gli amaranto hanno evidenzato ancora una volta i problemi di gioco già evidenziati in questa stagione.
Al triplice fischio scatta la contestazione dei tifosi che fischiano la squadra all’uscita dal campo e poi chiedono a gran voce l’esonero di Mezzanotti

RILEGGI LA NOSTRA DIRETTA

Squadra sonoramente fischiata all'uscita dal campo

Finita 1-1

48' st - pareggio dell'Arezzo: Gol di Disanto dopo una mischia furibonda in area di rigore

Adesso l'Arezzo sembra non crederci più

Saranno 4 i minuti di recupero

Dalla tribuna piovono fischi all'indirizzo dell'allenatore e dei giocatori

L'Arezzo attacca, più con la forza della disperazione che con lucidità

36' st - Zaccanti tutto solo in area colpisce di testa, ma spedisce fuori. Buona occasione non sfruttata.

30' st - Terzo cambio nell'Arezzo: fuori Carteri, dentro Dieme. Amaranto a trazione anteriore per l'ultimo quarto d'ora

Il cambio è stato fischiato. Il pubblico non comprende perchè Mezzanotti ha tolto una punta per inserire un'altra punta

21' st - Pronto il secondo cambio nell'Arezzo. E' il momento di Invernizzi, esce Martinez. Arezzo adesso con il 4-4-2

19' st - Essoussi conquista una punizione interessante proprio al limite dell'area. Calcia Rubechini e colpisce il palo

16' st - Angolo di Rubechini, svetta Dierna, si salva con affanno il Foligno. L'Arezzo ci mette il cuore, ma attacca in maniera confusionaria

L'Arezzo resta con il 4-3-3. Adesso il tridente è composto da Rubechini, Essoussi e Martinez che si è spostato sulla destra

11'st  - Primo cambio nell'Arezzo. Mezzanotti gioca la carta Rubechini, al posto di Carfora. Disanto si abbassa a centrocampo

9' st - Palla gol per l'Arezzo: Martinez serve Bricca che mira il paletto più lontano. Sul destro radente a giro del mediano, Biscarini ha un ottimo riflesso e salva il Foligno

Serve un Arezzo diverso in questa ripresa. Meno compassato, sopratutto a centrocampo

3'  st - Ci prova Bricca da fuori. Nessun problema per Biscarini

Cominciato il secondo tempo. nessun cambio nè da una parte nè dall'altra

Arezzo arrembante nel recupero di questo primo tempo, ma che si rende pericoloso solo con mischie e poco più Nel secondo tempo servirà una reazione vera. La squadra esce tra i fischi del pubblico

Due minuti di recupero

45' - Contropiede amaranto con Martinez che resiste ad una carica e serve Essoussi.Il sinistro del bomber termina a lato

Il tiro di Essoussi è ribattuto dalla barriera, poi si crea una mischia, ci prova Bricca, ma blocca a terra Biscarini

42' - Retropassaggio a Biscarini, che cicca il rinvio e poi preso da panico blocca il pallone in area. Punizione a due dentro i 16 metri per l'Arezzo. Occasione da sfruttare

In quersto finale di tempo l'Arezzo prova a reagire allo svantaggio, ma con poche idee

37' Contatto tra Martinez e Biscarini, il portiere del Foligno rimane a terra. Si accende un parapiglia nei pressi della porta. Alla fine l'arbitro estre il cartellino giallo per Essoussi e Martinez

31' - Grande azione di Martinez che sfonda in area e segna dopo aver saltato tre difensosi, ma l'arntro annulla perchè a suo avviso l'argentino ha commesso fallo nel tentativo si dribblare l'ultimo avversario. Feroci polemiche in campo e sugli spalti

Purtroppo l'Arezzo anche in questi primi 25 minuti ha denotato i limiti di gioco già evidenziati nella altre partite. A centrocampo la manovra e il fraseggio non è veloce come dovrebbe per liberare gli attaccanti

25' - Foligno in vantaggio: eurogol di Galbiati che da 25 metri colpisce di mezzo collo esterno e infila la palla al sette

22' - Mezzanotti invita i suoi ad alzare il baricentro. Arezzo che va strappi e si affida sopratutto alla vena di Disanto.

16' - Arezzo vicino al vantaggio: Essoussi si libera in area e strozza il tiro, la palla è, però, deviata da Adamo e per poco non beffa Biscarini

15' - Conclusione da fuori di Carfora dopo sponda di Essoussi. Sinistro debole facile preda di Biscarini

15' - Primo quart'ora al comunale, ancora 0-0. Gara molto equilibrata con l'Arezzo che prova a fare la partita.

12' - Gioco fermo per soccorrere Disanto, colpito al volto. L'esterno amaranto è pronto a tornare in campo

7' - Rischia grosso l'Arezzo che si fa trovare scoperto direttamente su rinvio del portiere avversario. Scarpelli è dec isivo due volte in uscita su Maulini e Bevilacqua

4' - Slalom di Martinez che salta due avversari e poi è steso da Galbiati, poteva starci il giallo, ma per il mediano del Foligno solo richiamo verbale da parte dell'arbitro. Martinez sembra molto determinato in questo avvio di gara

1' - Arezzo subito in avanti. Punizione di Carfora, deviazione di testa di Martinez, palla fuori di non molto

Sale subito alto l'incitamento dei tifosi amaranto. Inutile sottolineare l'importanza che riveste questa partita

Prima del fischio d'inizio viene osservato un minuto di silenzio in memeoria dl giovane calciatore del Foiano, Matteo Roghi, scomparso domenica

Sono circa 150 i supporters umbri arrivati al comunale

Le squadre stanno facendo l'ingresso sul terreno di gioco. Arezzo in completo amaranto, Foligno in tenuta blu

Timidi applausi per Federico Nofri al suo ingresso in campo da parte dei tifosi amaranto

Ore 14.05 - Consegnate le formazioni ufficiali. Nell'Arezzo c'è Bricca dal primo minuto.  In difesa recupera Carminucci. Mezzanotti sceglie il 4-3-3

IL TABELLINO

AREZZO-FOLIGNO 1-1

AREZZO (4-3-3): Scarpelli, Carminucci, Dierna, Zaccanti, Tonetto, Bricca, Carteri (30 st Dieme), Carfora (11' st Rubechini), Disanto, Essoussi, Martinez (21' st Invernizzi) A disp: David, Pecorari, Labate, Ruggeri, Bellavigna, Frasca

Allenatore. Mezzanotti

FOLIGNO (4-3-1-2): Biscarini, Ciampa, Mencarino, Adamo, Settepassi, Galbiati, Brescia, Menchinella, Bevilacqua (12' st Urbanelli), Porricelli (33' st D'Avino), Maulini A disp: Rospetti, Ciurnelli, Chiarini, Agostini, Fanini, Piancatelli, De Luca

Allenatore. Nofri

ARBITRO: Fourneau sez Roma 1 (Catamo - Vono)

NOTE: ammoniti Essoussi (A), Martinez (A), Ciampa (F)

RETI: 25' pt Galbiati, 28' st Disanto

I dubbi di formazione, il ritorno di Nofri, un ambiente sulle spine e, soprattutto, la necessità di vincere per tenere il ritmo della Pistoiese. Contro il Foligno l’Arezzo si gioca una bella fetta del suo futuro. Non sarà decisiva come afferma Mezzanotti, ma la sfida con i falchetti rappresenta un bivio significativo nella stagione amaranto.
Il successo della Pistoiese sulla Pianese nell’anticipo ha fatto schizzare gli arancioni di Morgia a +6 sul Cavallino, in attesa del big match del Comunale. Vietato, quindi, perdere ulteriore terreno. Servono tre punti senza se e senza ma.
Alla vigilia Mezzanotti ha fatto pretattica, ma la sensazione è che il tecnico sia orientato a virare verso il 4-3-3. Carteri, Carfora e Rubechini hanno svolto l’intera rifinitura e sono a disposizione.  In mediana probabile l’inserimento di Bricca, mentre in avanti è ballottaggio tra Rubechini e Martinez per il ruolo di esterno alto a sinistra nel tridente completato da Disanto e Essoussi.  Dubbio anche in difesa dove Bellavigna è alle prese con la febbre: se non recupera gioca Labate.
La brutta prestazione di Città di Castello ha lasciato scorie nell’ambiente che comincia a perdere la pazienza. Nel mirino c’è finito l’allenatore accusato di non aver dato un gioco brillante alla squadra. Una vittoria oggi sarebbe un toccasana soprattutto per lui.
Il Foligno, classifica alla mano, ha a disposizione due risultati su tre, ma Nofri pare intenzionato a non fare troppi calcoli e a giocarsela a viso aperto.
Gli umbri hanno miglior difesa del campionato con 8 gol al passivo e il cammino stagionale finora è stato equilibrato, senza grandi scompensi tra casa e trasferta.
Gli uomini cardine nel 4-3-1-2 sono la punta Porricelli e il vertice basso del centrocampo Galbiati. Da lui passa ogni azione offensiva.
Probabile formazione
 

Andrea Lorentini

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK