La Chimera Nuoto ha festeggiato il Natale con 300 atleti

Saggi e gare per una grande giornata di festa che ha unito dirigenti, istruttori, allievi e famiglie

| Categoria: Sport
STAMPA

La Chimera Nuoto ha festeggiato il Natale con un grande saggio che ha coinvolto 300 bambini e ragazzi della scuola nuoto. L'evento, ospitato all'interno del Centro Sport Chimera, ha visto l'esibizione di tantissimi allievi della società aretina che hanno vissuto un momento di festa per chiudere la stagione e per scambiarsi gli auguri di Natale. I nuotatori sono stati inizialmente divisi per fasce d'età, con i più piccoli che hanno poi occupato le vasche piccole e medie per un allenamento speciale in cui hanno eseguito numerosi esercizi natatori, dimostrando così ai loro genitori quanto imparato nei corsi di nuoto frequentati negli ultimi mesi. I più grandi, nel frattempo, hanno impegnato la vasca grande sfidandosi in una vera e propria competizione sociale con rapide gare sui 50 metri che hanno permesso ai ragazzi di testare il loro valore e di vivere un pizzico di agonismo anche all'interno della scuola nuoto. Al termine di questi due momenti, gli istruttori della Chimera Nuoto, insieme al presidente Massimo Coli e alla coordinatrice della scuola Rita Zampi, hanno consegnato le medaglie a tutti i 300 protagonisti della giornata, riconoscendo così il loro impegno negli allenamenti settimanali. «Il saggio di Natale - spiega Marco Magara, direttore tecnico della Chimera Nuoto, - è ormai un appuntamento ricorrente della nostra scuola nuoto, ma siamo particolarmente entusiasti perché non avevamo mai avuto tanti partecipanti come in questa occasione. L'evento è stato organizzato nei minimi dettagli, con una giornata perfetta in cui abbiamo occupato tutte le vasche evitando tempi morti e offrendo a i genitori un incalzante incedere di esercizi e di gare. Alla fine abbiamo vissuto una bellissima festa all'insegna dello sport che ha unito dirigenti, istruttori, allievi e famiglie, permettendo loro di passare un momento di festa tutti insieme e di sentirsi parte di un'unica grande realtà».

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK