Nicchi torna a combattere. Venerdì sfida Rauseo sul ring di Salò

Si tratta del rientro dopo l'assalto al titolo europeo di marzo contro Rabchenko

| di Andrea Lorentini
| Categoria: Sport
STAMPA
Foto Cirinei

Comincia da Salò, provincia di Brescia, la “nuova” carriera di Adriano Nicchi. Venerdì 23 agosto il superwelter aretino combatterà sulla distanza delle sei riprese contro Giuseppe Rauseo (0-5-2) nel sottoclou del titolo italiano dei pesi massimi tra Matteo Modugno e Fabio Tuiach. Per Adriano si tratta del primo match con il suo nuovo team dopo aver chiuso il rapporto pluriennale con la manager Rosanna Conti Cavini.  Un rientro a distanza di cinque mesi dalla sfortunata sfida continentale di Montecarlo contro Rabchenko.
Per questa nuova fase Nicchi è tornato ad affidarsi a Biagio Zurlo, il tecnico che l'aveva scoperto a 16 anni e portato in Nazionale e con il quale aveva debuttato da professionista ed è passato  all'organizzazione di Mario Loreni, che, tra gli altri  dirige Orlando Fiordigiglio.

Adriano è reduce da un periodo di allenamento a Torre Annunziata dove è stato seguito oltre che da Zurlo anche dal maestro Pagani. "E' stata un'estate intensa. Poca vacanza e tanto lavoro in palestra e sul quadrato.  - spiega Nicchi - tra acciacchi vari sono rimasto fermo quasi quattro mesi. Ho recuperato il tempo perduto. L'incontro di venerdì mi servirà per riprendere confindenza con il ring".

Andrea Lorentini

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK