Mezzanotti: "Con la Pontevecchio non è l'ultima spiaggia" Carfora ko - FOTO

Sul momento: "Intorno a noi un ambiente troppo negativo" Poi ammette: "Dobbiamo migliorare"

| di Andrea Lorentini
| Categoria: Sport
STAMPA

FOTOGALLERY

Alla vigilia di Pontevecchio-Arezzo Davide Mezzanotti non vuol sentir parlare di ultima spiaggia. “Non avverto questo clima.  Se ad ogni ostacolo che incontriamo ci facciamo prendere dall’agitazione è meglio cambiare mestiere. Vincere a Ponte San Giovanni non sarà facile, ma faremo di tutto per conquistare i tre punti”. Poi aggiunge: “Vedo un ambiente che tende ad essere un po’ troppo negativo. La scorsa settimana è stata pesante”.
Contro il Deruta l’Arezzo ha deluso sul piano del gioco. A tal proposito Mezzanotti ammette:“Domani mi aspetto miglioramenti. Il secondo tempo di domenica non mi è piaciuto.  Ci siamo abbassati troppo, lasciando all'avversario l'iniziativa. Ci è presa la paura di vincere. Dobbiamo salire di più con la palla al piede”.
L’Arezzo dovrà fare ancora una volta a meno di Carfora: “Davide ha un ematoma al polpaccio che fatica ad assorbirsi e questo gli crea problemi a livello muscolare
Gli fanno notare che chi gioca a fianco di Essoussi non riesce ad esprimersi al meglio: “Credo che sia una questione di affiatamento. Ci vuole un po’ di tempo per amalgamare giocatori differenti. Sono convinto che anche Martinez e Invernizzi faranno molti gol. Già adesso sono soddisfatto del loro contributo

Infine una nota sull'avversario e un messaggio ai suoi: "Sono la classica squadra di categoria con buoni giovani. Non sarà una passeggiata, ma dovremo avere il piglio della squadra che vuole i tre punti"

Andrea Lorentini

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK