Libere di vivere, grande successo dell'iniziativa a Lucignano

Il messaggio " Sulla violenza sulle donne non dobbiamo rimanere indifferenti"

| di Osvaldo Tavarnesi
| Categoria: Valdichiana
STAMPA

Obiettivo centrato! L'iniziativa: "Libere di Vivere" organizzata dal PD di Lucignano contro la violenza sulle donne, ha visto una massiccia partecipazione della popolazione lucignanese e non solo. Ancora una volta il popolo di questo splendido paese della Val Di Chiana ha dimostrato tutta la sua sensibilità e il suo genetico senso civico. In un "assordante" silenzio di piazza delle logge sono stati ricordate le oltre 130 vittime di femminicidio in Italia, nel solo anno 2013 .
Lo scandire dei nomi vittime della violenza, effettuato da due giovani ragazze, hanno "colpito" i presenti, uomini e donne indistintamente e sono stati in molti che hanno liberato in cielo lanterne volanti. A questo simbolico gesto molto toccante hanno partecipato anche la senatrice Donella Mattesini, l'assessore alle pari opportunità della Provincia di Arezzo Carla Borghesi, la psicologa Valentina Torri di Pronto Donna di Arezzo e non poteva mancare il sindaco Maurizio Seri.
L'iniziativa è poi proseguita all'interno del Teatro Rosini, dove si sono susseguiti gli interventi. L'introduzione è stata fatta dalla brava ed attivissima vicesegretaria del Circolo PD Lucignano, Serena Gialli,  che ha gestito in maniera ottimale la gestione dell'iniziativa. La giovane Serena ha ricordati i dati nazionali riguardanti il Femminicidio. A seguire Seri, ha portato il suo saluto ed ha ribadito la necessità di avere una società più civile, una società in cui non dovrebbe esserci bisogno di fare iniziative contro la violenza sulle donne.
L'assessore alle pari opportunità della provincia di Arezzo, Carla Borghesi, ha specificato come il problema della violenza di genere sia prima di tutto un profondo problema culturale, ecco perchè è importante partire dalle scuole, con dei progetti sull'educazione al rispetto reciproco dei sessi.
La psicologa Valentina Torri, di Pronto Donna di Arezzo ha poi spiegato come opera un centro antiviolenza. Qui le donne vittime di violenza, nell'assoluto anonimato, possono trovare ascolto ed un sostegno psicologico. La stessa Torri ha poi sottolineato come sia fondamentale recuperare non solo le donne maltrattate, ma anche gli uomini maltrattanti. Sono infatti ancora pochi, sul territorio nazionale, i centri che si occupano della presa in carico di uomini autori di comportamenti violenti.
Una testimonianza diretta del fenomeno della violenza di genere nel mondo è stata raccontata dalla lucignanese Silvia Amazzoni, laureanda in Psicologia di Comunità, protagonista di uno stage in un centro antiviolenza in Argentina.
Una Comandante di Polizia Municipale, Manuela Valli, ha provato a smuovere le coscienze, ricordando quanto sia importante la prevenzione in questo campo, agire cioè sui campanelli di allarme, prima che i maltrattamenti portino all'omicidio. Ecco perchè "dobbiamo guardare dentro la finestra del nostro vicino", non dobbiamo restare indifferenti.
L' ultimo intervento, e non poteva essere altrimenti, è stato quello della Senatrice Donella Mattesini  che ha spiegato la Legge sul Femminicidio approvata dal nostro Parlamento ad ottobre, ricordando le novità introdotte. Il provvedimento spinge sul tasto della repressione arricchendo il codice di nuove aggravanti ma amplia al contempo le misure a tutela delle vittime di maltrattamenti e violenza domestica. Il nuovo testo, inoltre, mette in campo risorse per finanziare un Piano d'azione antiviolenza e la rete di case-rifugio.
Le conclusioni sono state tratte dalla Responsabile Provinciale delle Politiche di Genere del Pd di Arezzo, Erika Falsini, la quale ha ricordato il lavoro svolto dal PD Provinciale in questi anni, ha ribadito l'importanza delle tante manifestazioni volte a sensibilizzare l'opinione pubblica sul fenomeno della violenza di genere ed ha ringraziato il PD di Lucignano per l'interessante iniziativa svoltasi.

Osvaldo Tavarnesi

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK