Babbo Natale ha portato una tv nuova, collane ed orologi agli anziani della casa di riposo di Lucignano

Significativo impegno del Circolo Auser

| di Osvaldo Tavarnesi
| Categoria: Valdichiana
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Un Natale all'insegna della generosità quello del Circolo Auser di Lucignano che proprio alla vigilia della Festa più caratterizzata dal sociale, ha dimostrato, ancora una volta,  come il suo modus operandi sia rivolto tutto l'anno ad uno sguardo vigile verso coloro che più di tutti hanno la necessità di sentirsi nel proprio animo il calore e l'affetto della gente, come gli ospiti della locale Casa di Riposo.
Il Circolo Auser di Lucignano con il suo Presidente Giorgio Grazi a fare da "apripista" ha soprattutto compreso che questa ricchezza culturale ed umana non deve essere sentirsi isolata ma parte integrante della comunità lucignanese. Come ogni anno questa Associazione di volontariato devolve buona parte del ricavato del Circolo per scopi benefici e come ci dice lo stesso Presidente: "Anche quest'anno abbiamo donato 500 euro alla Venerabile Misericordia di Lucignano che è riuscita nell'intento di costruire una sede avveniristica e funzionale degna di una grande città, e ovviamente, visto gli enormi costi, ora rimane il problema dei pagamenti finali anche se l'opera dei Volontari della Misericordia e siamo sicuri la grande generosità dei cittadini riusciranno a compiere anche questo Miracolo. Inoltre, come sempre abbiamo fatto e continueremo a fare, abbiamo "pensato" anche ai nostri anziani della Casa di Riposo di Lucignano. Quest'anno abbiamo provveduto a donare loro una tv a 32 pollici a sostituzione di quella esistente che aveva qualche problema di immagine. Ma non ci siamo fermati qui perché ci sembrava doveroso che Babbo Natale, ancora una volta impersonato magistralmente da Paolo Cresti, portasse un regalo personale ad ognuno di loro. Ed ecco che è stato consegnato a tutte le donne una collana ed ad ogni uomo un orologio da polso."
Possiamo testimoniare, essendo stati presenti, lo sguardo di felicità che appariva evidente in questi anziani lucignanesi, non solo per il regalo in se stesso, che non era certo cosa da poco, ma per l'attenzione avuta nei loro confronti da parte di questi componenti dell'Auser lucignanese. Dopo i regali, l'educatrice Lucia decisamente una bella e giovane ragazza con il "dono" della sensibilità ed umanità riconosciutale dagli anziani lì ospiti e dai loro parenti, ha dato il via ad un tourbillon di iniziative canore, accompagnate da frenetiche e simpatiche gestualità, che hanno coinvolto l'intero pubblico presente e il professionale e gentile personale della struttura presente. Il tutto allietato da quel bravo musicista e cantante a nome Franco Galli. L'arrivo delle cuoche con i vassoi di accattivanti crostini davano il via all'inizio della cena ed immediatamente cessavano i cori e i nostri nonnini provvedevano alacremente a fare onore a tanta bontà culinaria. Per una volta era bello dimenticarsi le varie problematiche digestive o di fegato.

Osvaldo Tavarnesi

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK