Partecipa a Arezzo Oggi

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Lucignano, avvistati lupi nei boschi del Calcione

Il racconto di due cercatori di funghi

Condividi su:

Ancora avvistamenti di lupi nei boschi del "Calcione". Dopo molti mesi di relativo silenzio, ecco che si ritorna a parlare di questi splendidi animali che non animano solo i libri delle favole per bambini. A raccontare dell'incontro due quarantenni lucignanesi "famosi" per essere tra i più bravi cercatori di funghi e tra i primi a scoprirne la prima "uscita. Ma considerando l'ultima pioggia di una settimana fa, speravano in un'altra nascita di porcini, che si prestano, sempre con grande gusto a varie tipologie di cottura. I due si erano addentrati nel fitto bosco quando" Eravamo chini su due o tre "fungacci", ci dice V.,  quando a poca distanza da noi abbiamo visto passare due lupi con al seguito due lupacchiotti. Senza mostrare nessun timore o interesse per noi hanno continuato per la loro strada. Uno dei cuccioli si era attardato qualche attimo e la madre l'ha subito riportato sotto la sua linea di guida. Potete immaginare la nostra tensione in quegli interminabili secondi trascorsi immobili al passaggio di questa meraviglia della natura, anche se non abbiamo dubbi a dire di essere stati alquanto preoccupati per il fatto che, oltretutto, vi erano i due piccoli e la vista di due estranei poteva procurare nei "genitori" un senso di pericolo. Anche se siamo dei cacciatori un'emozione forte ci ha pervaso, ma anche una felicità a stento repressa per aver potuto vedere questi predatori nel loro habitat naturale." Un incontro innocuo per i due, ma questa presenza di lupi è motivo di preoccupazione. Infatti, due inverni fa, in un'azienda agricola del luogo erano spariti alcuni vitelli e sembra, come dimostrano alcune tracce delle loro zampe fotografate, si siano ancora una volta avvicinati alle mandrie, senza però causare danni, forse disturbati dalla presenza dei guardiani. In paese, quindi, forte curiosità da parte degli amanti di questi splendidi esemplari, ma anche  preoccupazione dei proprietari degli allevamenti dei bovini.

Condividi su:

Seguici su Facebook