All'asta lo storico castello di Lupinari, un gioiello dello stile liberty

Venne fatto costruire dal Cavalier Frisoni. Architetto il grande Gino Coppede'

| Categoria: Valdarno
STAMPA

All’asta lo storico e suggestivo Castello di Lupinari, che si erge nell’omonima località collinare del comune di Bucine, tra Ambra e San Leolino. Il maniero, conosciuto anche come Villa Frisoni, venne fatto costruire agli inizi del ‘900 proprio dal Cavalier Luigi Edoardo Frisoni, che fu parlamentare nei governi Giolitti e Salandra, e fece di Lupinari la sua residenza.

La costruzione del Castello iniziò nel 1906, e terminò due anni dopo: fu progettato dall'architetto Gino Coppedé, amante dello stile liberty, seppur declinato con diverse contaminazioni. Suddiviso in cinque piani, comprende locali di servizio, un piano rialzato da cui si accede alla dimora padronale, sala da pranzo, salone di rappresentanza, nove camere da letto con relative stanze da bagno. Completa il tutto la torre, con la vista sul parco secolare di 15mila metri quadrati, anch'esso all'asta con il castello. Il tutto completato da affreschi su soffitti e pareti, opere originali di Mariano Coppedè, padre di Gino, e del pittore Galileo Chini. Insomma, una residenza di tutto rispetto, ben conservata e perfettamente abitabile. Che, per chi lo desidera, ora è acquistabile all'asta.

La base d'asta è di 6 milioni e 200mila euro, come si legge sulla scheda dell'Istituto di vendite giudiziarie del Tribunale di Arezzo. Si tratta del terzo esperimento d'asta, dopo che i primi due, l'ultimo nel mese di marzo, sono andati deserti. Per gli interessati, la data da segnarsi sul calendario è l'8 novembre, termine ultimo per presentare la propria offerta: la vendita è fissata per il giorno successivo. 

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK