Vaccinazione contro la febbre gialla, aperto nuovo ambulatorio a Sansepolcro

Da ad aggiungersi a quelli di Arezzo e Montevarchi

| Categoria: Valtiberina
STAMPA

Sono alcune centinaia gli aretini che si vaccinano ogni anno contro la febbre gialla. Una vaccinazione (obbligatoria per chi si sposta in certi Paesi) considerata come unica modalità di prevenzione efficace della febbre gialla,  una malattia virale trasmessa con la puntura di zanzare.
La malattia è endemica nelle zone urbane e forestali delle regioni tropicali e subtropicali dell’Africa, dell’America meridionale (Bolivia, Brasile; Colombia, Ecuador, Perù) e del Panama; l’Asia e l’Oceania ne sono indenni.  Il tasso di letalità per febbre gialla nelle zone endemiche varia dal 5 al 15%.
La vaccinazione è indicata per tutti i soggetti che si recano o transitano in zone dove è presente la malattia, anche in base a regolamenti internazionali vigenti; la copertura protettiva dura per 10 anni.
Da domani, primo ottobre, nella nostra provincia c’è un nuovo ambulatorio per le vaccinazioni internazionali, autorizzato dal Ministero della Salute: è quello di Sansepolcro, presso il distretto socio sanitario di via Santi di Tito n. 24.
Nella nostra provincia sono già attivi altri due ambulatori con analoghe funzioni: ad Arezzo, presso l’Ospedale San Donato e a Montevarchi presso l’ospedale della Gruccia.

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK