Ponte Presale, l’ex postino realizza un’opera in legno messa all’asta in favore del Calcit della Valtiberina

Raccolti 1.220 euro per la “moto” di Athos Milli

| Categoria: Valtiberina
STAMPA

A Ponte Presale lo conoscono tutti. Ma anche nei tanti piccoli borghi che sono disseminati nella montagna, dove Athos Milli ha fatto per decenni il postino prima di andare in pensione. Milli ha le mani d’oro nella lavorazione del legno: ha pensato di costruire una moto interamente in legno, in tutto simile ai motocicli reali, con l'intenzione di donarla come premio di un'asta, il cui ricavato voleva fosse devoluto al Calcit della Valtiberina.

Ponte Presale, che ha solo 140 abitanti, per anni aveva avuto una festa in occasione del patrono (San leone), che negli anni si era persa. Quest’anno, anche sulla spinta dell’iniziativa di Milli, la festa è stata ripristinata (Festa della sangria) e durante la manifestazione è stata organizzata una sorta di lotteria che come premio unico aveva la moto in legno di Milli. Dalla vendita dei biglietti sono stati raccolti 1.220 euro che sono stati interamenti devoluti al Calcit di Sansepolcro. La somma è stata ritirata direttamente dalla presidente Lucilla Burroni.
Per Ponte Presale un grande motivo di orgoglio, con un ringraziamento particolare all’artista che realizzato e donato l’opera.
Per il Calcit della Valtiberina un ulteriore stimolo a proseguire nella propria azione di raccolta di fondi per l’acquisto di strumenti e servizi in favore della Usl8 e della comunità della Valtiberina.

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK