Muore dopo intervento chirurgico, due medici rinviati a giudizio

Era un'imprenditrice. L'episodio due anni fa

| Categoria: Attualità
STAMPA
La Vela

Era morta a 77 anni, la mattina dell'Epifania di due anni fa, dopo un intervento chirurgico. Così la donna, imprenditrice del Valdarno, aveva perso la vita. E per quel fatto oggi due medici sono stati rinviati a giudizio. Era entrata nella sala operatoria del San Donato per rimuovere un ascesso alla fronte, che le dava dei fastidi al nervo ottico. Ma, secondo quanto ricostruito, alla donna venne sfondato il seno epimoidale e lesa la parete dell'arteria celebrale anteriore, che causò un'emorragia. Venne subito trasferita a Le Scotte e morì il 13 gennaio. Le carte cliniche furono acquisite dalla magistratura, e i due medici indagati per omicidio colposo. La perizia stabilì la colpa medica, ma l'impossibilità di stabilire a chi attribuirla, quindi il pm Julia Maggiore chiese l'archiviazione. Ma il Gip Ponticelli, il 4 aprile 2013, respinse la decisione del pubblico ministero e ordinò l'imputazione coatta per i dottori. Le carte tornarono quindi in procura. Stamani, davanti al Gip Borraccia e dopo una lunga camera di consiglio, è arrivato il rinvio a giudizio. Il processo è in programma il prossimo 12 ottobre.

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK