Fanfani "Arezzo Smart City. Ma non dimentichi la solidarietà", l'incontro alla Borsa Merci - FOTO

Innovazione a basso impatto ambientale per offrire ai cittadini una sempre maggiore qualità di vita

| di P.Cast.
| Categoria: Attualità
STAMPA

FOTOGALLERY & INTERVISTE

“Si all’innovazione e alla città Smart. Ma è importante che nel titolo dell’incontro sia opportunamente stata richiamata la solidarietà”. Sono parole del Sindaco di Arezzo, Giuseppe Fanfani, nell’intervento di apertura di stamattina di  “Arezzo, progetti per una nuova identità”, alla Borsa Merci di piazza Risorgimento, convegno con mattinata dedicata alla “smart city" e pomeriggio ai “materiali intelligenti”.
Obbiettivo che ha raccolto in sale autorità cittadine e imprenditori, ma soprattutto architetti e in ingegneri, è quello di “creare – come ha spiegato l’assessore Dringoli -  un percorso comune che delinei Arezzo come città del futuro in grado di attrarre investimenti e offrire ai propri cittadini una sempre maggiore qualità di vita nel rispetto delle peculiarità del territorio. Declinare l’idea di ‘città intelligente’ significa creare una comunità che cammini unita verso un obiettivo condiviso e una visione strategica per il futuro”.
Dal dibattito è emerso che  lavorando su più filoni si punta a migliorare i servizi e progettare gli investimenti. Gli obiettivi sono il risparmio di risorse, la diminuzione dei consumi, la mobilità sostenibile e lo sviluppo delle nuove tecnologie da inserire in un quadro unitario che veda la partecipazione delle categorie economiche sintetizzate nella Camera di Commercio, della Seum, degli ordini professionali e delle imprese del territorio. E' necessario creare una rete per la nuova programmazione europea 2014-2020 che offre fondi destinati principalmente all'innovazione.

P.Cast.

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK