Confesercenti illumina il Natale ed accende lo shopping

Barbara Brogi: “Portato a termine un progetto serio, apprezzato dagli operatori”

| Categoria: Attualità
STAMPA

Luminarie al via sabato 8 dicembre in città. Strade e piazze del centro storico, arterie principali e di periferia si illumineranno dalle 17. Per un mese ecco calare l’atmosfera natalizia con l’augurio per le attività commerciali di riaccendere gli acquisti.
“È stato faticoso ma ce l’abbiamo fatta” dichiara Barbara Brogi presidente di Confesercenti. “Siamo contenti e soddisfatti soprattutto dagli attestati di stima e di gratificazione che ci arrivano dai commercianti. Il rammarico è solo quello di aver trovato un clima ostile da parte di chi ha tentato di metterci i bastoni tra le ruote per frenare un progetto serio, costruttivo e all’insegna del risparmio. Probabilmente si sarebbe potuto fare di più e meglio in un’ottica di collaborazione ma l’associazione di categoria si è trovata a dover gestire chi ha tentato di boicottare il progetto pensato per far risparmiare i commercianti e abbellire in modo omogeneo l’intera città”.
“Abbiamo portato le luminarie – continua Brogi - in zone dove mai erano stati accesi i riflettori nel periodo natalizio. Centro storico, periferie e arterie di ingresso alla città dall’8 dicembre saranno completamente illuminate e pronte a calarsi nell’atmosfera natalizia. E questo è stato possibile solo grazie alla determinazione del team di Confesercenti e dell’azienda che ha installato le luminarie con grande professionalità alla faccia di chi ne ha sempre messo in dubbio le qualità nel tentativo di far naufragare un bel progetto”.
“Un progetto – prosegue il presidente di Confesercenti - che è stato condiviso dalla stragrande maggioranza dei commercianti a testimonianza di quanto abbiamo coinvolto l’intera categoria. Basta mettersi a contare i fili montati, i contratti firmati direttamente dai titolari delle attività commerciali con l’azienda installatrice e le strade illuminate per vedere quanto si è lavorato per permettere di accendere lo shopping”.
“La mia associazione di categoria – prosegue Barbara Brogi – di certo non ha illuminato una piazza o qualche tratto in un paio di strade. Di questo ne sono fiera anche se dispiaciuta per aver conosciuto una realtà anomale. Da imprenditrice valdarnese che opera nel settore turistico, mai avrei pensato di trovare ad Arezzo tanto clima avverso di fronte ad un progetto serio, credibile ed economicamente vantaggioso. Ho capito che quello che in altre realtà è possibile fare in tranquillità in un’ottica di collaborazione di certo non è possibile in città. Per il futuro mi auguro che il clima cambi convinta che in periodi di crisi, con i consumi ridotti ai minimi termini, è sempre più opportuno fare sistema con l’amministrazione comunale e le altre associazioni di categoria”.
“La situazione delle piccole attività commerciali – conclude Barbara Brogi - è drammatica, le associazioni dovrebbero collaborare in modo corretto e intelligente per sostenerle e dar loro voce, impegnando magari le energie per fare battaglie “politiche” a loro difesa.  La Confesercenti per esempio crede che sia giusto creare e far rispettare le regole. Non siamo d’accordo con la “liberalizzazione selvaggia” che svantaggia soprattutto le piccole imprese e avvantaggia la grande distribuzione. Inoltre Confesercenti da tempo chiede una distribuzione equa e trasparente delle risorse camerali che debbano essere destinate direttamente alle imprese piuttosto che alle associazioni di categoria. La Confesercenti crede e auspica in collaborazioni  trasparenti e rispettose con le altre associazioni del commercio dell’artigianato dell’industria e dell’agricoltura, ed è ancor oggi disponibile, come del resto lo è sempre stata, a dialogare con tutti quelli che lo intendono fare in modo costruttivo, trasparente e deontologicamente corretto”.
Ecco le strade dove i commercianti hanno aderito al progetto Confesercenti e che domani si accenderanno: Corso Italia, via Guido Monaco, piazza San Jacopo, piazza Risorgimento, via Madonna del Prato, via Garibaldi, via Cavour, piazza della Badia, via Roma, via Crispi, via Michelangelo, via Verdi, piazza Guido Monaco, via Romana, via Vittorio Veneto, via Isonzo, via Pasqui, via Piave, via Leon Battista Alberti, via della Chimera, via San Lorentino, via Petrarca, via Giotto, piazza Giotto,  via Lorenzetti, via Ristoro, zona Pescaiola, via Fiorentina, via Marco Perennio e via Montefalco.

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK