Cinque persone tratte in arresto dai carabinieri del comando provinciale di Arezzo

Quindici denunce in stato di libertà per vari reati

| di Lucrezia Lombardo
| Categoria: Cronaca
STAMPA

NEGLI ULTIMI TRE GIORNI SONO STATI INTENSIFICATI I SERVIZI PREVENTIVI DI CONTROLLO DEL TERRITORIO NELL’AMBITO DEL COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI AREZZO. UN QUARANTUNENNE E’ STATO ARRESTATO PER FURTO, TRE GIOVANI DELLA VALTIBERINA PER SPACCIO DI STUPEFACENTI E UN TRENTADUENNE DELLA VALDICHIANA PER  UN ORDINE DI CUSTODIA CAUTELARE IN CARCERE. QUINDICI PERSONE SONO STATE DENUNCIATE IN STATO DI LIBERTA’ PER VARI REATI.

 

COMPAGNIA CARABINIERI DI AREZZO: TRE PERSONE ARRESTATE PER STUPEFACENTI E UNA PER FURTO AGGRAVATO.

I CARABINIERI DELLA TENENZA DI SANSEPOLCRO HANNO TRATTO IN ARRESTO PER DETENZIONE AI FINI DI SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI UN TRENTOTTENNE, UN VENTINOVENNE E UNA VENTOTTENNE, TUTTI DELLA VALTIBERINA.

NELLA MATTINATA DI IERI, NELL’AMBITO DEI SERVIZI PREVENTIVI SPECIFICAMENTE FINALIZZATI AL CONTRASTO DELLO SPACCIO DI STUPEFACENTI, I MILITARI DELL’ARMA EFFETTUAVANO DELLE PERQUISIZIONI DOMICILIARI E PERSONALI, A CONCLUSIONE DELLE QUALI VENIVANO SEQUESTRATI COMPLESSIVAMENTE 12 GRAMMI DI COCAINA, GIA’ SUDDIVISE IN DOSI, 5 GRAMMI DI HASCHISH, UN BILANCINO DI PRECISIONE, MATERIALE PER IL CONFEZIONAMENTO DELLE DOSI E LA SOMMA IN CONTANTI DI 1500 EURO, PRESUMIBILE PROVENTO DELLO SPACCIO. NELL’AMBITO DELLA STESSA INDAGINE VENIVA DENUNCIATO IN STATO DI LIBERTA’ SEMPRE PER SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI UN VENTENNE MARROCCHINO, ANCHEGLI RESIDENTE IN VALTIBERINA. I DUE UOMINI ARRESTATI SONO STATI TRADOTTI DAI CARABINIERI PRESSO LA CASA CIRCONDARIALE DI AREZZO, MENTRE LA DONNA PRESSO LA CASA CIRCONDARIALE DI FIRENZE- SOLLICCIANO.

 

I CARABINIERI DEL NUCLEO OPERATIVO E RADIOMOBILE DI AREZZO HANNO TRATTO IN ARRESTO UN QUARANTUNENNE, RUMENO, RESIDENTE AD AREZZO, PER FURTO AGGRAVATO.

NELLA MATTINATA DI IERI I MILITARI DELL’ARMA, A CONCLUSIONE DI SPECIFICA ATTIVITA’ DI INDAGINE, EFFETTUAVANO UNA PERQUISIZIONE DOMICILIARE NEI CONFRONTI DELL’UOMO, CHE VENIVA TROVATO IN POSSESSO DI NUMEROSI ATTREZZI AGRICOLI, RISULTATI PROVENTO DI UN FURTO, COMMESSO POCO PRIMA AI DANNI DI UN SESSANTOTTENNE DI AREZZO. L’ARRESTATO SI TROVA RISTRETTO PRESSO LA CAMERA DI SICUREZZA DELLA CASERMA CARABINIERI DI AREZZO.

 

COMPAGNIA CARABINIERI DI CORTONA:TRENTADUENNE ARRESTATO PER UN ORDINE DI CUSTODIA CAUTELARE E ALTRE SEDICI PERSONE DENUNCIATE PER VARI REATI.

I CARABINIERI DELLA STAZIONE DI FOIANO DELLA CHIANA HANNO TRATTO IN ARRESTO, IN ESECUZIONE DI UN ORDINE DI CUSTODIA CAUTELARE IN CARCERE, UN TRENTADUENNE, ORIGINARIO DELLA PROVINCIA DI NAPOLI , RESIDENTE IN VALDICHIANA.

IL 23 GIUGNO SCORSO I CARABINIERI DI FOIANO DELLA CHIANA AVEVANO DENUNCIATO IN STATO DI LIBERTA’ L’UOMO PERCHE’, NONOSTANTE SOTTOPOSTO ALLA MISURA CAUTELARE DELL’OBBLIGO DI DIMORA NEL COMUNE DI FOIANO DELLA CHIANA, IL 5 GIUGNO 2014 SI ERA RECATO IN SINALUNGA.

A SEGUITO DI DETTA DENUNCIA IL 26 GIUGNO 2014 IL TRIBUNALE DI SORVEGLIANZA DI FIRENZE EMETTEVA UN PROVVEDIMENTO, CON CUI VENIVA DISPOSTA LA SOSPENSIONE DELLA MISURA ALTERNATIVA DI AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE E L’APPLICAZIONE DELLA MISURA DETENTIVA IN CARCERE.

L’ARRESTATO E’ STATO TRADOTTO DAI CARABINIERI PRESSO LA CASA CIRCONDARIALE DI AREZZO.

 

I CARABINIERI DELLA STAZIONE DI TERONTOLA HANNO DENUNCIATO IN STATO DI LIBERTA TREDICI PERSONE’ PER DANNEGGIAMENTO AGGRAVATO E INTERRUZZIONE DI PUBBLICO SERVIZIO.

VERSO LE 23,30 DEL 27 GIUGNO SCORSO IL CAPO TRENO DELL’INTERREGIONALE FIRENZE - FOLIGNO, RICHIEDEVA L’INTERVENTO DEI MILITARI DELL’ARMA PRESSO LO SCALO FERROVIARIO DI TERONTOLA, IN QUANTO VI ERA UN FOLTO GRUPPO DI GIOVANI CHE, OLTRE A VIAGGIARE SENZA BIGLIETTO, COMMETTEVA ATTI DI VANDALISMO, IMBRATTANDO CON SCRITTE E GRAFFITI I SEDILI E I FINESTRINI DI UNA CARROZZA DEL CONVOGLIO, TANTO CHE IL CAPO TRENO ERA COSTRETTO A PROLUNGARE LA SOSTA IN STAZIONE.

I CARABINIERI INTERVENUTI SUL POSTO PROVVEDEVANO A RIPORTARE LA CALMA E IDENTIFICAVANO I RESPONSABILI, NOVE ITALIANI  E QUATTRO STRANIERI, DI ETA’ TRA I 16 E I 25 ANNI, DI CUI 10 RESIDENTI   IN PROVINCIA DI ROMA, 2 RESIDENTI IN PROVINCIA DI PERUGIA E  1 IN PROVINCIA DI TORINO.

UNA DI ESSI, UNA DICIOTTENNE RUMENA, RESIDENTE IN PROVINCIA DI ROMA, VENIVA INOLTRE DENUNCIATA PER FALSE ATTESTAZIONI SULLA IDENTITA’ PERSONALE.

 

IL CARABINIERI DEL NUCLEO OPERATIVO E RADIOMOBILE DI CORTONA HANNO DENUNCIATO IN STATO DI LIBERTA’ PER GUIDA IN STATO DI EBBREZZA ALCOOLICA UN QUARANTENNE DI AREZZO.

VERSO LE 2,30 DEL 27 GIUGNO SCORSO L’UOMO VENIVA FERMATO AD UN  POSTO DI CONTROLLO DEI CARABINIERI LUNGO LA S.R. 71 IN CASTIGLION FIORENTINO E SORPRESO ALLA GUIDA DELLA PROPRIA AUTOVETTURA CON UN TASSO DI ALCOOL NEL SANGUE SUPERIORE AI LIMITI DELLA NORMA. AL QUARANTENNE VENIVA INOLTRE RITIRATA LA PATENTE DI GUIDA.

I CARABINIERI DELLA STAZIONE DI TERONTOLA HANNO DENUNCIATO IN STATO DI LIBERTA’ UN CINQUANTUNENNE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA PER TRUFFA. L’UOMO AVEVA INSERITO SU UN SITO DI VENDITE ON LINE L’ANNUNCIO DELLA VENDITA DI UN ROBOT DA CUCINA DEL VALORE DI 600 EURO, AVEVA RICEVUTO DA UNA 33EENE DELLA VALDICHIANA UN ACCONTO DI 100 EURO E POI NON AVEVA PIU’ DATO NOTIZIE DI SE.

I CARABINIERI DELLA STAZIONE DI TERONTOLA HANNO DENUNCIATO IN STATO DI LIBERTA’ UN TRENTACINQUENNE DELLA PROVINCIA DI PERUGIA PER INSOLVENZA FRAUDOLENTA.

NEL GENNAIO SCORSO L’UOMO, TITOLARE DI UNA AZIENDA, AVEVA COMMISSIONATO AD UN’AUTOFFICINA DELLA VALDICHIANA DEI LAVORI PER DELLE AUTOVETTURE, PROVVEDENDO A PAGARE CON ASSEGNI PER UN IMPORTO DI 2370 EURO, POI RISULTATI PRIVI DI FONDI.       .

Lucrezia Lombardo

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK