Inquinamento atmosferico: idee e proposte dai medici per l'ambiente

Venerdi e sabato, all'Auditorium Pieraccini dell'ospedale San Donato, al via le settime giornate mediche dell'ambiente

| Categoria: Sanità
STAMPA

L'ambiente, la natura e tutto ciò che ci circonda ultimamente bussano in maniera sempre più forte alle nostre porte. Negli ultimi anni, negli ultimi mesi fino ad arrivare agli ultimi giorni stiamo assistendo a fenomeni che ci pongono davanti all'esigenza di domandarci in maniera concreta e produttiva come affrontare l'emergenza dell'inquinamento. Dall'Ilva di Taranto alle "Terre de fuochi", sono tante le emergenze che il nostro paese si trova ad affrontare ogni giorno; alcune di queste non hanno ancora raggiunto la eco mediatica ma dal punto di vista ambientale rappresentano delle criticità da non sottovalutare. L'Unione Europea ha avviato negli ultimi giorni una procedura contro l'Italia proprio in merito all'inquinamento provocato dall'acciaieria tarantina che con le sue emissioni industriali causa gravi conseguenze per salute e ambiente. Arriva dunque il momento di interrogarsi su come far fronte a tali problematiche. Questo è uno degli scopi che le VII° Giornate mediche dell'ambiente si pongono. Il tema di quest'anno è "L'inquinamento atmosferico". Si terranno ad Arezzo, presso l'Auditorium Pieraccini dell'Ospedale San Donato venerdi e sabato prossimi (18 e 19 ottobre). Si tratta di una serie di incontri, di tavole rotonde promosse dall'ISDE (Società internazionale dei medici per l'ambiente). Patrocinate dal Ministero della Salute, Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Istituto Superiore di Sanità - ISS, Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri - FNOMCeO, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile - ENEA, Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO - Campagna DESS Decennio dell'Educazione allo Sviluppo Sostenibile. Collaborano all'iniziativa le maggiori associazioni che si occupano di ambiente, tutela del territorio e prevenzione. La conferenza si pone in maniera concreta e innovativa rispetto ai problemi dell'inquinamento ambientale. L'obiettivo, infatti, è quello di trovare soluzioni concrete alla tematica dell'inquinamento ambientale. I partecipanti al convegno presentando dei documenti, potranno proporre le loro soluzioni al problema, i loro punti di vista. Gli obiettivi dell'evento sono quelli di "Focalizzare l'attenzione sull'inquinamento atmosferico, anche sulla base degli orientamenti e delle strategie adottate a livello internazionale ed europeo. Creare un'occasione di dibattito e di condivisione delle conoscenze su questo tema di notevole rilievo in sanità pubblica e contribuire a promuovere la multidisciplinarità e la promozione della salute in tutte le politiche. Favorire l'integrazione dei servizi e gli interventi per la tutela della salute anche in settori diversi dalla sanità (sociale, ambientale, educativo etc.) valorizzando le iniziative di promozione e di tutela della salute nella programmazione ai diversi livelli (nazionale, regionale e locale) e le strategie condivise per obiettivi comuni. Mettere a punto strumenti e metodologie, per la valutazione di piani strategici (piani mobilità, rifiuti, energetico, etc.) e di strumenti di pianificazione urbanistica con l'obiettivo della tutela della salute e costruire position paper condivisi da istituzioni scientifiche e associazioni a supporto delle pubbliche amministrazioni. Redigere e presentare principi e linee di indirizzo per un piano sostenibile per energia, rifiuti, mobilità ed urbanistica/edilizia attraverso position paper". 

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK