Partecipa a Arezzo Oggi

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Coppa Italia, all'Arezzo non riesce la rimonta. Con la Turris finisce 1-1. In finale ci vanno i campani LE IMMAGINI

Secci risponde al vantaggio di Vitale. Gli amaranto hanno avuto diverse occasioni sopratutto nel primo tempo. Nella ripresa è mancata un pò di lucidità

Condividi su:

“Alò ribaltiamola” è stato lo slogan che ha accompagnato la lunga attesa che ha preceduto il ritorno della semifinale di Coppa Italia contro la Turris.  L’Arezzo ci ha provato a ribaltare il risultato dell’andata, ma la “remuntada” non è riuscita ai ragazzi di Federico Nofri.  Al comunale è finita 1-1,  nonostante un predominio costante degli amaranto per tutti i 90 minuti. Un pareggio che manda in finale la Turris. L’Arezzo ha trovato sulla sua strada Sollo, il portiere dei campani, in giornata di grazia, autore di almeno tre interventi miracolosi. Al contrario, sul gol dei corallini, pesa l’indecisione di Casini. A rendere ancora più carico di rimpianti il pomeriggio la traversa di Piccolo e un rigore non assegnato a Martinez in avvio di ripresa. Al di là degli episodi il secondo tempo poteva essere giocato con più lucidità, invece, la frenesia di dover segnare ha imprigionato la squadra.
Parte subito forte l’Arezzo che già all’11’ sfiora il vantaggio con Gentili: sulla volee dell’esterno Sollo si fa trovare pronto. Al 21’ doppia occasione per gli amaranto, ma Sollo sale ancora in cattedra. Prima respinge il sinistro di Martinez, poi si esalta sulla rovesciata di Rubechini.
Per una spietata legge del calcio, gol sbagliato gol subito. Al 23’ ripartenza della Turris, La Carra va al tiro, Casini non trattiene, Vitale anticipa Calzola e appoggia in rete.
L’Arezzo non ci sta e attacca a testa bassa. Al 40’ il pari amaranto. Angolo di Piccolo, prolunga Martinez, incornata vincente di Secci. Ora agli amaranto servono altri due gol per qualificarsi.
Che non sarebbe stato un pomeriggio di gloria lo si capisce dopo appena un minuto dal rientro dagli spogliatoi. Piccolo su punizione scheggia la traversa. Al 49’ Martinez va giù in area. L’arbitro, in un primo momento  sembra assegnare il rigore, poi ci ripensa e ammonisce l’ argentino per simulazione. Episodio molto discutibile.
Al 57’ Sollo abbassa ancora la saracinesca: stavolta è la girata di Bianchini a trovare un’altra splendida risposta del portiere della Turris. Nofri prova a cambiare: fuori Rubechini per Zuppardo e Arezzo con il tridente. Poco dopo Bozzoni sostituisce Gentili.
Il forcing finale dell’Arezzo non produce i due gol che l’avrebbero spedita in finale e al triplice fischio del direttore di gara fanno festa quelli della Turris insieme ai circa 200 supporters presenti nel settore ospiti.

IL TABELLINO

AREZZO-TURRIS 1-1 (all’andata 2-4)

AREZZO (4-4-2): Casini; Calzola, Secci (32' st La Rocca), Pecorari, Sereni; Gentili (25' st Bozzoni), Idromela, Piccolo, Rubechini (22' st Zuppardo); Bianchini, Martinez. A disp: Dolci, Zaccanti, Mannini, Mastromattei.
Allenatore: Nofri.
TURRIS (4-3-3): Sollo; Silvestre, Allocca, Biagini, Terracciano (18' st Mannoni); Sibilli (18' st De Rosa), Manzo, Visciano; Vitale, Lacarra (32' st Gasparini), Falco. A dispo: Manfredonia, Speranza, Amendola, Arcamone.
Allenatore: Fabiano.
ARBITRO: Candeo di Este (Evoli  - Di Monte)
RETI: pt 24' Vitale, 40' pt Secci.
NOTE: Ammoniti: pt 28' Terracciano; st 5' Martinez, 15' Bianchini, 23' Biagini.

Condividi su:

Seguici su Facebook