Partecipa a Arezzo Oggi

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Intitolata a Gian Mario Angori una sala riunioni della Casa della Salute di Castiglion Fiorentino

Alla cerimonia di stamani scoperta una targa ricordo, opera dello scultore Enzo Scatragli

Condividi su:

Da questa mattina la sala riunioni dei medici di famiglia all’interno della Casa della Salute di Castiglion Fiorentino è intitolata a Giovan Mario Angori. Storico medico castiglionese, tutti lo chiamavano ”dottor Gianmario”. E’ scomparso nel maggio scorso all’età di 87 anni.
Angori, è stato ricordato stamani nel corso di una partecipatissima cerimonia, non era semplicemente un dottore, uno specialista, ma soprattutto un amico di tutti. Da medico di famiglia aveva raggiunto addirittura 4.800 mutuati, perche a Castiglioni tutti volevano averlo come “dottore di famiglia” per la sua professionalità, ma non di meno epr la sua incredibile, umanità e generosità. Sotto di lui e con lui è crescita una generazione di professionisti, che stamani erano alla cerimonia a ricordarlo con affetto assieme a tanti cittadini di castigliani.
Angori, è stato uno dei promotori e fondatori del nuovo ospedale di Castiglioni, oggi divenuto Casa della Salute. All’ingresso dell’edifico è stata scoperta stamani dai suoi figli, Piero e Paolo, una targa ricordo realizzata con pietra e bronzo dall’artista Enzo Scatragli, grande amico di Angori.
Il direttore generale della Asl Enrico Desideri, ha portato il suo saluto ricordando come “un buon medico, oltre che saper curare, deve soprattutto sapersi prendere cura dei pazienti e  dei familiari”.
Peculiarità che tutti hanno riconosciuto ad Angori, che è stato per la Usl primario di chirurghia, con specializzazioni in ginecologia, urologia, e cardiologia.

Condividi su:

Seguici su Facebook