Alimentazione e salute: un binomio sempre più stretto

Serie di iniziative in Valdarno per informare ed educare i cittadini ai corretti stili di vita

| Categoria: Valdarno
STAMPA

E’ ormai chiaro a tutti che la nostra salute dipende da tanti fattori. Ma certamente l’alimentazione è uno di quelli che sono in cima alla lista delle priorità.
Il Valdarno su questo fronte ha sempre lavorato tantissimo.  Mettendo assieme alla Asl8 tutta una serie di soggetti presenti nella comunità, per incentivare corretti stili di vita, soprattutto a tavola.
Le sezioni soci di Montevarchi e San Giovanni della Unicoop, assieme alla Asl, ai due comuni, alle associazioni “Cibo è salute” e “Amici del Varchi” hanno stilato un calendario articolato su 7 incontri, il primo dei quali avrà luogo domani sera (venerdì 8 novembre) alle ore 21,00 presso il centro sociale polivalente La Bartolea, in via dei Mille a Montevarchi.
Il professor Sergio Chiesa, presidente della associazione Cibo è salute, terrà una conferenza sul tema: “cambiare alimentazione per prevenire e curare le malattie”.
Questa serie di incontri proseguirà fino ad aprile 2014.

Sabato mattina (9 novembre), presso l’auditorium dell’ospedale della Gruccia, avrà luogo un corso di aggiornamento su “alimentazione e cancro: quali possibilità?”
Docente Paolo Bellingeri, Responsabile Unità di Cure Palliative e Formazione e Nutrizione in Oncologia della Asl di Alessandria, che sarà affiancato dai medici di medicina generale Alfiero Zamponi e Marzia Bindi. Con inizio alle 8,30, il corso tratterà delle linee guida dell’alimentazione in oncologia, delle attività e raccomandazioni del World Cancer Research Found, della nutraceutica in oncologia, della microbiota intestinale e controllo dell’acidosi tissutale, l’alimentazione in chemioterapia e nei survivors.

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK