Partecipa a Arezzo Oggi

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Poste al rallentatore a Terranuova, la causa sta nei tagli dei distributori

Giovedì in programma un incontro tra l'assessore Barbagli e la direttrice generale di Poste Italiane Toscana

Condividi su:

In seguito ai disservizi dovuti ai ritardi nella consegna della posta e alla conseguente presa di posizione del Comune di Terranuova per una situazione che si è fatta insostenibile, soprattutto per i cittadini delle frazioni, giovedì 14 novembre l’assessore Enea Barbagli incontrerà la direttrice generale di Poste Italiane Toscana.
Si tratta del secondo incontro interlocutorio nell’arco di una settimana, qualche giorno fa infatti la responsabile di Poste Italiane per il Valdarno è venuta a Terranuova per un confronto:
“Parlando siamo riusciti a capire le motivazioni del ritardo nella consegna. C’è stato infatti un taglio di personale e in Valdarno sono stati tolti otto distributori di posta su cinquantadue, questo ha creato oggettive difficoltà aggravate dal fatto che per sostituire personale assente ci vogliono anche 40 giorni di tempo. Vi è quindi una profonda disorganizzazione che, però, attraverso percorsi di valutazione congiunta e la disponibilità che anche noi mettiamo in campo potremo risolvere a medio termine” spiega Barbagli e prosegue “Altra problematica emersa, l’inadeguatezza della toponomastica soprattutto nelle frazioni, come Comune ci impegneremo però a rivisitare
tutte le carte così che il postino possa avere una mappa” .
L’amministrazione terranuovese ha inoltre intenzione di promuovere una Conferenza con gli altri comuni che stanno subendo gli stessi disservizi.

Condividi su:

Seguici su Facebook