Il sindaco Frullani sulla mozione di sfiducia all'assessore Andrea Borghesi

“Del tutto fuori luogo e tempo sul piano politico e soprattutto ingiustificato e brutale sul piano umano"

| Categoria: Valtiberina
STAMPA

Il sindaco di Sansepolcro Daniela Frullani interviene in merito alla mozione di sfiducia presentata all’ordine del giorno del consiglio di oggi 20 dicembre dai gruppi consiliari de "La Sinistra" e "Democratici per cambiare" verso l’Assessore comunale Andrea Borghesi.
“Del tutto fuori luogo e tempo sul piano politico e soprattutto ingiustificato e brutale sul piano umano l’attacco sferrato senza alcun scrupolo all’Assessore Andrea Borghesi – dichiara Frullani -  Non ho mai sperimentato fino a questo momento un tipo di politica così irrispettosa e senza il minimo senso dell’equilibrio e francamente mi dispiace perchè da giovani politici mi aspettavo qualcosa in più!  Sul piano dei contenuti la mozione si presenta priva di lucidità, piena d’ inesattezze anche grossolane al punto da confondere l’assessorato all’edilizia scolastica, la cui delega è di competenza di un altro Assessore, con quello dell’Istruzione, ambito nel quale l’assessore Borghesi ha raggiunto, con infaticabile impegno ed ottime capacità, risultati di grande respiro, a partire dal piano di razionalizzazione della rete scolastica comprensoriale.  In questo ambito il suo positivo ruolo è stato riconosciuto da tutti i soggetti come fondamentale e risolutivo, tanto che per la prima volta il piano è stato approvato senza polemiche e con ampia soddisfazione di tutti gli interlocutori. Per citare solo un altro importantissimo risultato conseguito, che avrà grossi benefici negli anni a venire, pensiamo alla situazione del servizio di asilo nido, affrontata con buonsenso e grande determinazione, che ci farà risparmiare risorse considerevoli con l’annullamento del contratto stipulato dalla precedente Amministrazione e una nuova convenzione che conferma la titolarità al Comune di un servizio così importante e delicato, svolto in un nuovo, moderno e confortevole ambiente da subito di proprietà comunale. Certo l’Assessore Borghesi ha sempre mantenuto un profilo riservato e discreto, non è un uomo politico e non ha mai sbandierato, come altri avrebbero fatto, risultati e successi della sua quotidiana azione amministrativa. Forse proprio perché non ha nessun partito alle spalle si è ingenuamente pensato potesse essere l’anello debole della catena ma così non è. Non ci sono in realtà anelli deboli, perché la Giunta lavora sempre collegialmente, condividendo ogni decisione e l’attacco a ciascuno dei suoi membri diventa ovviamente un attacco a tutta la maggioranza che la sostiene. Rinnovo pertanto – conclude il Sindaco - la piena fiducia a tutti gli Assessori, a partire da quello ‘vero’ all’Edilizia Scolastica che, sempre assieme agli altri, ha portato avanti con determinazione e senza inutili proclami, un’ottima programmazione in merito alla difficilissima ed annosa questione di cui tutti siamo stati attivamente partecipi, anche condividendola con tutte le rappresentanze scolastiche. Purtroppo non si risolvono i problemi con Interrogazioni e mozioni: sarebbe bello e facile ma occorre ben altro per dare risposte concrete ai Cittadini.”

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK