Oggi ad Anghiari si corre la seconda edizione de l'Intrepida

La cicloturistica d’epoca sulle strade rese celebri da Leonardo da Vinci

| Categoria: Valtiberina
STAMPA

L’attesa è terminata, il giorno de L’INTREPIDA è arrivato. La seconda edizione della pedalata ciclistica non agonistica si svolge oggi 20 ottobre ad Anghiari sulle strade che il 29 giugno del 1440 ospitarono la battaglia resa celebre da Leonardo da Vinci in cui le truppe fiorentine sconfissero quelle milanesi gettando le basi per il futuro di Firenze e della Toscana: “La Battaglia d’Anghiari”. L’INTREPIDA ripercorrerà le strade della battaglia sviluppandosi poi su due differenti percorsi (quello lungo da 85 km e quello corto da 42). Alla pedalata potranno partecipare ciclisti muniti di bici storica e con abbigliamento consono all’evento. Saranno ammessi coloro che si presenteranno ai nastri di partenza con biciclette da corsa su strada costruite prima del 1987: con telaio in acciaio, con leve del cambio sul tubo obliquo del telaio, con i pedali muniti di fermapiedi e cinghietti e con il passaggio dei fili dei freni esterno al manubrio. Al via anche chi si presenterà con bici da lavoro o da passeggio (antecedenti il 1987).
L’evento, organizzato dall’ASD GS FRATRES DYNAMIS BIKE, offrirà ai partecipanti la possibilità di pedalare in una delle zone più belle della provincia di Arezzo e della Toscana. I due tracciati (quello da 42 km e quello da 85) toccheranno 5 comuni (Sansepolcro, Citerna, Caprese Michelangelo, Monterchi e Anghiari) e saranno composti per circa il 40% da splendide strade bianche. Gli intrepidi ciclisti potranno rifocillarsi nei due ristori d’epoca previsti nelle località Ponte alla Piera e Felcino Nero.. Al termine del giro cicloturistico si terrà un gustoso pranzo a base dei famosi bringoli anghiaresi.
L’INTREPIDA si disputerà di domenica, ma l’ASD GS FRATRES DYNAMIS BIKE ha organizzato interessanti iniziative anche per la giornata precedente.. Il programma prevede alcune visite guidate: alla tessitoria Busatti, ad un tabacchificio ancora oggi in funzione e ai principali musei della zona. In questo senso è doveroso ricordare che presso il Museo Statale di Palazzo Taglieschi è esposta eccezionalmente e per un determinato periodo la “Tavola Doria”, capolavoro del primo Cinquecento rientrato in Italia grazie all’intervento del Comando Carabinieri Tutela del Patrimonio Culturale, che è protetta da una speciale teca-cornice climatizzata che è stata realizzata col contributo dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze. L’opera è infatti tra le grandi sorprese del progetto ‘Capolavori in Valtiberina tra Toscana e Umbria. Da Piero della Francesca a Burri e La Battaglia di Anghiari’ promosso (fino al 3 novembre) da Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Regione Toscana e Regione Umbria col patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.
Nella giornata di sabato si svolgeranno anche una pedalata ciclo-gastronomica e la classica cena presso il Castello di Sorci. Confermato il mercatino con abbigliamento e accessori d'epoca (nella centralissima Piazza Baldaccio, sede di partenza e d’arrivo de L’INTREPIDA). Le iscrizioni saranno aperte fino alle 8.00 di domenica 20 ottobre (ad un’ora dalla partenza della cicloturistica). Per ulteriori informazioni basta consultare il sito www.lintrepida.it.
Domenica 20 ottobre appuntamento con L’INTREPIDA. Il fascino della storia e quello del cicloturismo d’epoca si fonderanno in una sola, grande manifestazione. “Prendi la tua vecchia bicicletta allora, vestiti senza tempo e pedala dentro la Storia… Stavolta non bisogna essere soldati, ma intrepidi ciclisti”.

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK