Infezioni Ospedaliere: in Italia fino a 700.000 le infezioni correlate all’assistenza in Ospedale

Seconda giornata di approfondimenti ed incontri al Forum Risk Management

| Categoria: Sanità
STAMPA

Il secondo giorno dell’ 8° Forum Risk Management si apre con un focus incentrato sul tema delle Infezioni Ospedaliere.
Maria Grazia Pompa - del Ministero della Salute,  presenta lo stato attuale nel nostro Paese
“ In Italia contraggono un’ infezione correlata all’assistenza (ICA) dal 5 al 8% dei pazienti ricoverati, che significa dalle 450.000 alle 700.000 infezioni; di queste ben il 30% sono prevedibili, tradotto in numeri dalle 135.000 alle 210.000 infezioni.
Ultimo dato importante, ricorda Maria Grazia Pomponi, sono i decessi evitabili: da 4500 a 7000 pari all’1%.
Numeri che fanno riflettere e che interessano non soltanto gli addetti ai lavori, ma l’intera comunità.
Fabrizio Oleari, Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, intervenendo ai lavori, ha definito il problema delle infezioni “un problema della Sanità Pubblica che allo stato attuale comporta una mortalità troppo alta e dei costi troppo elevati per il Servizio Sanitario”.
Un chiaro coordinamento nazionale , in linea con i programmi internazionali consentirebbe la disponibilità di metodologie standardizzate e permetterebbe – ricorda Maria Grazia Pompa – di migliorare gli interventi di controllo e prevenzione.
Nell’attuale contesto del Servizio Sanitario Nazionale l’approccio migliore per sorvegliare le ICA e ridurre la frequenza dovrebbe essere fondato sulla “integrazione del livello nazionale” con “specifiche politiche regionali”; il tutto per ridurre la notevole eterogeneità tra le diverse aree geografiche del nostro paese.
Nella promozione e rafforzamento della “prevenzione delle infezioni associate all’assistenza sanitaria”,- conclude Maria Grazia Pompa del Ministero della Salute - è necessario rifarsi alle precauzioni standard, una per tutti: il lavaggio delle mani e garantire/stimolare il protagonismo dell’operatore sanitario.

 

 

Contatti

redazione@arezzooggi.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK